Favignana l’isola amata dalla famiglia Florio: non solo mare cristallino

  • blog notizie - Favignana l’isola amata dalla famiglia Florio: non solo mare cristallino

Favignana è una delle isole dell’arcipelago delle Egadi, un paradiso che incanta i turisti con il suo mare trasparente. Ma Favignana ha anche una storia importante di cui ancora oggi si trovano tracce nell’isola.

L’impero dei Florio

La famiglia Florio diede un fortissimo impulso economico e culturale alle Isole Egadi, e in particolare Favignana, che divenne la “regina” delle tonnare.
I Florio erano originari di Bagnara Calabra, ma dopo il terremoto del 1783, furono costretti a trasferirsi in Sicilia.  I fratelli Paolo ed Ignazio Florio riaprirono a Palermo la stessa attività che gestivano in Calabria, ossia un negozio di prodotti coloniali e di chinino (utilizzato per curare la malaria).

Ignazio Florio intuì subito la potenzialità delle tonnare e prese in affitto quella di San Nicola a Favignana  e quella di Vergine Maria nei pressi di Palermo. Alla fine del 1800 in Sicilia esistevano circa 21 tonnare.

21077227_10155869178519614_3195316750886241557_n

Nel 1828 Ignazio morì e lasciò al nipote Vincenzo una grande fortuna, che egli ebbe la capacità di ampliare e diversificare: lavorazione e produzione di tabacco, produzione del Marsala e del cognac seguendo l’esempio degli inglesi Ingham e Woodhouse, coltivazione del cotone; investì inoltre nel settore dei trasporti con battelli a vapore che coprivano enormi collegamenti arrivando perfino in America.

Il volto architettonico dell’isola

Ignazio senior, figlio di Ignazio fu uomo all’altezza del padre a lui si deve la la trasformazione del “volto architettonico” di Favignana. Infatti, fatta eccezione della Chiesa di Sant’Antonio (costruita con Ignazio junior), Ignazio commissionò al famoso architetto Damiani Almeyda, la costruzione del Palazzo Florio, della Camparia, dei Pretti e dello Stabilimento Florio, che trasformarono l’intero arco portuale.

villa-florio

Per far fronte ai debiti, Ignazio junior fu costretto a vendere nel 1937 anche Favignana e la tonnara con tutti i diritti di terra e di mare ai Parodi di Genova. Pur concludendosi così il legame dei Florio con le Isole Egadi, l’eredità soprattutto umana e il bagaglio culturale lasciato da questa famiglia alle isole è di certo immenso e non svanì con la loro vendita.

Le bellezze naturalistiche dell’isola

Per raggiungere Favignana è necessario recarsi al porto di Trapani e acquistare un biglietto per l’aliscafo che in meno di mezz’ora vi porterà sull’isola. Passeggiare al porto è molto piacevole anche al tramonto o dopo cena.

Cala rossa

La star di Favignana è Cala Rossa. L’azzurro dell’acqua è intenso, quasi ipnotico. Lo scenario naturale che circonda la cala è meraviglioso, uno dei paesaggi più suggestivi che si possano ammirare mentre si nuota tra le onde.

whatsapp-image-2017-08-26-at-21-42-37

La si intravede per la prima volta dalla cima della scogliera di tufo prima che scenda a picco nel mare. Dopo una sosta fotografica quasi obbligata ci si dirige verso gli scogli lambiti dal mare per trovare un posticino pianeggiante dove sistemarsi, operazione non poi così semplice specialmente in alta stagione, periodo in cui risulta parecchio affollata.

 Il Bue Marino

Un altro must do. Paesaggio da favola, si prende il sole sdraiati sulle lisce rocce di tufo levigate dal vento circondati da splendide acque turchesi. Entrare in mare non è poi così agevole, perciò la soluzione migliore è quella di… tuffarsi! Tranquilli, non tutte le rocce sono alte, ma i più spericolati possono divertirsi parecchio dato che ci si riesce a buttare anche da altezze considerevoli.

b6b6da75cdb42cb154ca49a609c14b1d-puglia-italy-sicily-italy

Ex stabilimento Florio

Se siete a Favignana non potete perdervi una visita all’Ex Stabilimento Florio della tonnara di Favignana, per poter toccare il cuore di una delle più antiche tradizioni dell’Isola.  Il particolare edificio che ospita la tonnara si nota non appena ci si avvicina al porto e merita una visita anche solo perché rappresenta un piccolo gioiello di architettura industriale, perfettamente ristrutturato. Il percorso guidato è molto suggestivo, sia di giorno che di sera quando gli ambienti vengono splendidamente illuminati. E’ molto interessante conoscere la modalità della pesca ed il processo di confezionamento del tonno in tutte le sue fasi, anche attraverso le reali e toccanti testimonianze delle persone che hanno lavorato nello stabilimento fino alla sua chiusura.

ex-stabilimento-della-tonnara-florio-favignana_tp__large

Lido Burrone

A Lido Burrone c’è tutto quello che serve per passare una giornata leggendo un buon libro sdraiati su comodi lettini o chiacchierando in riva al mare. L’acqua è bassa, la sabbia soffice e sono presenti diversi punti di ristoro. E’ l’esatto contrario delle spiagge descritte precedentemente dato che è una delle poche attrezzate dell’isola.  Se avete dei bambini o se preferite avere a portata di mano bibite fresche e stuzzichini preparati al momento questo è il posto giusto per voi.

lido_burrone_big


Tags :