Stupri Rimini, dentro la banda al completo: preso il quarto uomo

  • blog notizie - Stupri Rimini, dentro la banda al completo: preso il quarto uomo

Sulla vicenda delle aggressioni e degli stupri di Rimini che ha visto ieri la cattura dei primi tre responsabili dopo che due di loro si erano costituiti volontariamente, questa mattina arriva la notizia della cattura del quarto uomo della banda.

L’uomo è stato catturato dagli agenti della Squadra Mobile e dello Sco alla stazione di Rimini ed è già stato portato in a Questura: secondo gli inquirenti stava per fuggire in treno.

Un congolese di 20 anni

Si tratta di un congolese di vent’anni, l’unico maggiorenne e probabilmente ‘capo’ del gruppo, risiedeva anche lui nella provincia di Pesaro-Urbino, probabilmente in una struttura di accoglienza. Si tratta dell’unico maggiorenne del gruppo considerato responsabile della duplice violenza sessuale a Rimini nella notte tra il 25 e il 26 agosto, è stato individuato dalle vittime nelle immagini delle telecamere di sorveglianza.

I quattro sarebbero i responsabili della violenza violentato della giovane polacca e del pestaggio del suo amico sulla spiaggia di Miramare, poi stuprato e rapinato anche una transessuale peruviana.

I primi a presentarsi alla caserma dei Carabinieri sono stati due fratelli marocchini di 15 e 16 anni: la loro deposizione ha fatto scattare la caccia agli altri due della banda, un nigeriano e il ventenne congolese. Il 17enne nigeriano è stato fermato anche lui sabato, arrestato a Pesaro dalla polizia.

Gli investigatori vicini agli arresti

Gli investigatori erano già a un soffio dall’arresto dei quattro. Gli uomini del questore stavano intercettando il telefonino di uno dei quattro, in attesa di chiudere il cerchio sull’intera banda. Si tratta di due fratelli di origini marocchine, già noti nella zona come baby spacciatori e per una serie di piccoli furti.

Sono stati i due marocchini costituitisi ieri a confermare i nomi degli altri due appartenenti al gruppo. Il terzo, un congolese di 17 anni, è stato arrestato dallo Sco dei carabinieri qualche ora dopo. Mentre il quarto, il più pericoloso del gruppo era ancora ricercato.


Tags :