Nubifragi da Nord a Sud, danni e vittime: famiglia distrutta a Livorno

  • blog notizie - Nubifragi da Nord a Sud, danni e vittime: famiglia distrutta a Livorno
    Allerta meteo per la pioggia che sta cadendo a Genova, 09 settembre 2017. ANSA/LUCA ZENNARO

Nubifragi devastanti si sono abbattuti su tutta l’Italia nel fine settimana. Moltissimi i danni, allagamenti, e purtroppo vittime. A Livorno le forti piogge hanno provocato almeno sei vittime. Quattro in un seminterrato in via Nazario Sauro: sono un bambino di 4 anni, Filippo, il papà Simone Ramacciotti di 37 anni, la mamma Glenda Garzelli, 36 anni e il nonno Roberto. Si è salvata invece l’altra figlia, di 3 anni, Camilla. Il corpo di un 64enne, Roberto Vestuti, è stato invece trovato a Montenero, dove piazza delle Carrozze ha cambiato volto: auto e motorini sono entrati nei negozi e negli scantinati. La sesta vittima accertata è un 70enne, Raimondo Frattali, travolto dalle acque del Rio Ardenza mentre cercava di mettere in salvo la sua auto.

Aperta un’inchiesta della procura

La procura di Livorno ha aperto un’inchiesta per disastro colposo a causa del bilancio del temporale che si è abbattuto nella notte tra sabato e domenica. In nottata sulla città ha piovuto per un’ora poi ha smesso. E mentre si aspetta alle 12 il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti per un vertice in prefettura, dal Comune confermano che la priorità resta quella di liberare le strade dal fango prima possibile.

Stamattina il numero di richieste di aiuto ai vigili del fuoco è continuato a salire, 250 gli interventi in attesa a Livorno e 270 a Pisa. Nelle ultime 24 ore in tutta la Regione, i vigili del fuoco hanno effettuato 521 interventi. A Pisa sono impegnate 40 unità a Livorno 90: nella città più colpita operano anche rinforzi provenienti dai comandi della regione, Arezzo, Firenze, Grosseto, Lucca, Massa e Siene, e anche da fuori. È arrivato personale anche da Ancona, Bologna e Modena.

Chiesto lo stato d’emergenza

Nella seduta di oggi la Giunta regionale, come annunciato dal presidente Enrico Rossi, dichiarerà lo stato d’emergenza, chiederà al governo il riconoscimento dello stato di calamità e metterà a disposizione subito tre milioni di euro. “Ho parlato col premier Gentiloni”, ha dichiarato Rossi, “che ha dato la disponibilità del governo a intervenire per Livorno e ho avuto colloqui anche col ministro dell’Ambiente Galletti e col capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli”. Oggi è previsto un nuovo sopralluogo del presidente, assieme a Borrelli, per una prima verifica dei danni e degli interventi necessari per Livorno.

La stazione dei treni di Livorno è inagibile dalle 3 della notte scorsa perché allagata e linea ferroviaria Tirrenica interrotta tra Pisa e Campiglia, nel Livornese, con i convogli deviati via Firenze-Pisa. «I treni a lunga percorrenza sono deviati via Firenze-Pisa – spiega Rfi -. Per i treni regionali Trenitalia ha attivato servizi sostitutivi con autobus tra Pisa e Campiglia, che saranno effettuati compatibilmente con la viabilità stradale. Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana stanno lavorando per ripristinare le condizioni di sicurezza per la circolazione ferroviaria».

Danni anche al Sud

La perturbazione si è spostata nella notte al Sud e a Palermo si registrano i problemi maggiori. Molte zone della città sono allagate, dalle borgate marinare di Mondello e Sferracavallo ai sottopassi di via Ugo la Malfa e via Regione siciliana, fino alle vie del centro storico. Disagi pure nei centri della provincia, da Montelepre e Cefalù.

Decine gli interventi dei vigili del fuoco, una settantina a seguito delle chiamate giunte alla centrale operativa. Alberi e cartelli divelti dal forte vento che ha imperversato; cedimenti hanno interessato alcuni cornicioni, mentre sono in corso le verifiche in alcuni edifici, soprattutto nelle scuole, nel giorno in cui per i piccoli studenti oggi ripartono le lezioni. Cancellati due voli, uno per Fiumicino, l’altro per Verona. Altri tre hanno subito dei ritardi. Interventi dalla notte, informa la Polizia municipale, della Protezione civile comunale e delle aziende municipali dei servizi pubblici per eliminare le criticità provocate da allagamenti, buche e alberi caduti. Diversi gli incidenti stradali.


Tags :