Pic du Midi, sentirsi sulle nuvole dall’osservatorio più suggestivo al mondo

 

Tra le 100 cose da fare prima di morire sicuramente c’è sentirsi sulle nuvole sul Pic of Midi, l’osservatorio che si affaccia sui Pirenei.

Culminante a 2877 metri d’altitudine, il Pic du Midi de Bigorre è celebre per il suo osservatorio scientifico, ma anche per la splendida vista che offre sulla catena dei Pirenei. Per arrivarci, si opterà per la salita in funivia dalla stazione di La Mongie, o per una passeggiata lungo un sentiero che porta alla vetta. In entrambi i casi, l’arrivo è bellissimo e la vista mozzafiato! Oltre al superbo panorama a 360 gradi, si può anche scoprire uno spazio museale dedicato all’astronomia e alla storia del Pic du Midi.

Dalla cima, potrete scoprire e abbracciare i Pirenei, la Catalogna e il Paese Basco. Da est a ovest, l’orizzonte si apre con oltre 300 km di montagna. Dalla grande terrazza di 750 mq, l’occhio si tuffa a nord attraverso la pianura fino alle pendici sud-ovest del Massiccio Centrale.

Costruito nel 1908, il “Baillaud cupola” è al centro della zona dei musei più alti d’Europa. Per condividere la magia del luogo al tramonto e vedere il cielo, il Pic du Midi organizza feste pubbliche. Accompagnati da un esperto in astronomia, è anche possibile trascorrere una notte indimenticabile di guardare e studiare le stelle a occhio nudo, e attraverso un telescopio 500 millimetri nel centro della “Charvin cupola”.

Chi decide di avventurarsi in questo splendido posto deve fare i conti col clima. Bisogna essere ben preparati ad affrontare temperature gelide, se non glaciali, in inverno. Le stagioni con precipitazioni più intense, naturalmente parliamo di nevicate, sono la primavera e l’autunno. Normalmente la temperatura media risulta negativa da novembre a maggio, quando la colonnina di mercurio del termometro resta sottozero.

Il Pic du Midi reinventato completamente il suo ristorante d’alta quota, dove si possono gustare prodotti del territorio di prima qualità. La sala principale offre una vista mozzafiato sull’intera catena dei Pirenei. Inoltre, è possibile godersi una splendida terrazza da più di 80 posti, completa di servizio, per tutto l’anno.

L’osservatorio è aperto praticamente per tutto l’anno, eccetto qualche settimana in autunno, solitamente nel mese di novembre, ma è consigliabile consultare il sito ufficiale.

 


Tags :