EasyJet amplia le rotte e le offerte, voli low cost in tutto il mondo

  • blog notizie - EasyJet amplia le rotte e le offerte, voli low cost in tutto il mondo

EasyJet, la seconda compagnia d’Europa «low fare», lancia «Worldwide» il suo primo servizio globale di voli in connessione che consentirà ai viaggiatori di prenotare attraverso il suo sito i viaggi di lungo raggio operati da altri vettori. Si parte con i collegamenti di Norwegian Air e della canadese WestJet — per volare nel Nord e Sud America, ma anche arrivare a Singapore — per poi estendere il network verso Oriente.

Di cosa si tratta

Si tratta di una piattaforma unica per comprare voli low cost tecnicamente verso tutto il mondo grazie agli accordi con i vettori a basso costo attivi nel pianeta. L’hub di questa nuova piattaforma sarà Londra Gatwick, il vero cuore operativo di easyJet  per poi estendere la connettività ad altri aeroporti chiave come Milano Malpensa, Ginevra, Amsterdam, Parigi-Charles de Gaulle e Barcellona.

Entro la fine dell’anno dovrebbe arrivare l’annuncio dell’allargamento del servizio in un altro scalo europeo se le trattative dovessero andare a buon fine in tempi rapidi.

Le novità

Si potranno  acquistare i biglietti con la compagnia regionale scozzese Loganair. Il bagaglio dovrà essere ripreso all’arrivo nello scalo di connessione e portato al desk apposito — di «Gatwick Connects» per esempio — dove verrà imbarcato sul velivolo del lungo raggio. Il servizio costa 15 euro ed è già compreso nel biglietto.
Al momento della prenotazione l’utente si ritroverà due biglietti distinti: uno del volo easyJet, l’altro del collegamento operato dal vettore per il lungo raggio. Questo consentirà anche di avere più chiarezza sul denaro che spetta a a ciascuna compagnia.

 

La connettività non inciderà sulla puntualità

EasyJet siglerà accordi con altre compagnie aeree e al momento è in fase avanzata di discussione con gruppi del Medio ed Estremo Oriente.  Il lancio della connettività, secondo i manager del vettore, non impatterà sulla puntualità e sul modello operativo.

Gli aeromobili easyJet continueranno ad effettuare rotazioni in media di 25 minuti e la compagnia non ritarderà i voli per i passeggeri in coincidenza. E’ prevista una connettività minima di 2 ore e 30 minuti, per fare in modo che i clienti abbiano tutto il tempo di trasferirsi da un volo all’altro. Se un passeggero dovesse perdere il volo in connessione, verrà trasferito sul primo disponibile.

Carolyn McCall, numero uno uscente di easyJet, spiega che “circa 70 milioni dei passeggeri che ogni anno viaggiano in uno degli aeroporti da noi serviti, sono passeggeri che continuano il proprio viaggio su altri voli, prevalentemente di lungo raggio, un segmento al quale ci rivolgiamo”.


Tags :