Reporter britannico muore sbranato da un coccodrillo in Sri Lanka

  • blog notizie - Reporter britannico muore sbranato da un coccodrillo in Sri Lanka

Un giovane reporter britannico ha perso la vita in Sri Lanka, sbranato da un coccodrillo. E’ questa la tragica fine del 24enne reporter britannico del Financial Times Paul Stewart McClean. L’uomo si stava lavando le mani in un corso d’acqua, in una zona infestata da coccodrilli nei pressi di Arugam Bay, spiaggia frequentata dai surfisti, quando è comparso improvvisamente uno dei grossi rettili che lo ha prima attaccato e poi trascinato nel fiume.

Il tutto sotto gli occhi degli amici con cui era andato in vacanza in Sri Lanka. E’ questa la tragica fine del 24enne reporter britannico del Financial Times Paul Stewart McClean. Il corpo è stato recuperato dopo ore di ricerche.

Una tragico evento sfortunato

Per i locali si tratta di un fatto rarissimo. “I pescatori lo hanno visto mentre veniva attaccato dal coccodrillo e poi urlava ai surfisti di venire ad aiutarlo”, hanno raccontato i testimoni.

c_2_articolo_3094759_upiimagepp

Una giovane promessa

Il Foreign Office e l’ambasciata britannica a Colombo stanno fornendo assistenza ai familiari, mentre un portavoce del Financial Times, James Lamont, ha definito il giornalista del quotidiano finanziario di Londra, laureato all’Università di Oxford, “pieno di talento ed entusiasta del suo lavoro”.

Professionista emergente e molto preparato, McClean che si era laureato a Oxford e che era una giovane promessa del giornalismo anglosassone, lavorava per l’autorevole giornale finanziario da circa due anni ed era stato per diversi mesi a Bruxelles, occupandosi di Unione Europea e Brexit. James Lamont, caporedattore del Financial Times, ha descritto McClean come «un giovane giornalista talentuoso, energico e scrupoloso» che aveva davanti a sé una grande carriera: «I nostri pensieri vanno alla famiglia, agli amici e ai suoi cari. Siamo in contatto con loro, facendo tutto il possibile per aiutarli in questo momento difficile».

Le testimonianze

I testimoni hanno raccontato che McClean stava prendendo lezioni di surf in una zona costiera chiamata Elephant Rock e a un certo punto si è allontanato per andare in bagno. Poi si è avvicinato alla laguna, che si trovava vicino alla toilette, per lavarsi le mani. A quel punto è emerso dalle acque un coccodrillo che lo ha trascinato giù.

Secondo la Bbc, la marina militare dello Sri Lanka è riuscita a recuperare il corpo dello sfortunato reporter a Panama beach, a circa 300 chilometri dalla capitale dopo molte ore grazie all’intervento dei sommozzatori.


Tags :