Azmara Quest, la nave a luci rosse in partenza da Venezia

  • blog notizie - Azmara Quest, la nave a luci rosse in partenza da Venezia

l 27 settembre salperà dal porto di Venezia la “Desire Cruise”, ovvero la crociera hot dedicata a tutti coloro che vogliono condire una vacanza con “un tocco di pepe”. Una settimana nel mare Adriatico a tema: sesso estremo. È dedicata agli scambisti ma non solo la nuova proposta del tour operator messicano Original Group, che gestisce due resort a Cancun e Riviera Maya, in Messico.La data non è stata scelta a caso, è quella in cui salperà la “Trombonave”, nemmeno a farlo apposta da Venezia, la città dell’amore.

Il viaggio, che prenderà il nome di “Desire Venice Cruise”, si limita ai porti dell’Adriatico e troverà termine sempre a Venezia il 3 ottobre.

I prezzi “all inclusive”

Il petting pubblicitario è iniziato nel giugno del 2016, così uno magari si è anche preso le ferie, ha prenotato, bonificato on line e poi — va a sapere — dopo un anno gli è passata la voglia e del sogno erotico gli resta solo il biglietto in tasca. Tuttavia, non risultano disdette. Chi ha resistito mercoledì 27 finalmente si imbarcherà a Venezia sulla “Azamara Quest”, un “bordello” galleggiante attrezzato per 690 passeggeri, per una mini crociera sull’Adriatico dove gli sbarchi sono un optional.

Da 3183 euro a 11 mila. Chi sta in basso paga meno, chi sta in alto di più, come sul Titanic. Il prezzo è “all inclusive”, ristorazione raffinata, discrezione garantita, la compagnia prevede che tutti abbiano visto il film Eyes wide shut di Kubrick si richiede estrema signorilità. L’unica cosa da consumare “self service”, è appunto il sesso.

Le chiamavano “love boat”, poi gli anglosassoni che sono più pragmatici hanno cominciato a chiamarle “fuck boat”, noi, sempre fieri della nostra italianità, l’abbiamo chiamata “trombonave”.

La “trombonave” è un vascello di medie dimensioni di proprietà dell’armatore messicano Rodrigo de la Pena, un imprenditore specializzatosi nelle crociere erotiche. Partenza da Venezia, tappe a Dubrovnik, Spalato, Zara, Capodistria. Per quel che interessa ai passeggeri potrebbe anche starsene ferma in laguna e nessuno avrebbe da ridire.

Le attività

Fondamentale sarà riuscire a scaldare l’atmosfera. Saranno quindi organizzate piccanti notti a tema, sale giochi private, spazi comuni per scambi di coppia e “pumping pool parties”. A quanto ribadito da de la Peña: “quel che ci vuole per evadere dalla monotonia della quotidianità”. “Hard sex cruise” annunciano i depliant, a bordo sono previste aree di “abbigliamento opzionale”, “playroom” private, nottate a tema, etc… . L’unica regola è che i naviganti dovranno impegnarsi ad attenersi al preciso regolamento, così come si legge sul sito della compagnia.

Tra i divieti, c’è quello di non tentare di abbordare i membri del personale che risultano essere off limits.


Tags :