Supermercato della droga in casa, arrestati zia e nipote marocchini

  • blog notizie - Supermercato della droga in casa, arrestati zia e nipote marocchini

Supermercato della droga scoperto a La Spezia. Era gestito da un gruppo familiare di trafficanti e spacciatori. Quattro chili di droga sequestrati dalla guardia di finanza.

Una pattuglia del 117, nel corso di un servizio di controllo del territorio, ha intimato l’alt ad un’autovettura condotta da B.H., ventenne marocchino domiciliato nel comune di Licciana Nardi (Massa Cararra).

Nel corso del controllo, all’interno del mezzo sono stati rinvenuti tre involucri contenenti sostanza stupefacente tipo cocaina.

L’uomo è stato portato in caserma e successivamente due pattuglie, nella flagranza del reato, si sono recate presso l’abitazione dello stesso al fine di eseguire una perquisizione domiciliare.

La casa, condivisa con tale J. N., cinquantenne di origine marocchina, zia del fermato, è risultata essere un supermercato della droga.

Tre chili di droga nella stanza da letto

In una stanza da letto chiusa a chiave sono stati rinvenuti e sequestrati , anche grazie al fiuto dell’unità cinofila antidroga Elik, tre chili di hashish suddivisi in panetti, svariati involucri di cocaina del peso di circa un chilo, un sacchetto di marijuana, alcuni bilancini di precisione con evidenti tracce di stupefacente utilizzati per la pesatura delle dosi man mano confezionate.

Sequestrati cellulari e contanti

Come ulteriore prova dell’attività posta in essere nell’appartamento, sono stati posti sotto sequestro venti telefoni cellulari ed oltre cinquantamila euro in contanti, evidentemente frutto dell’attività di spaccio.

Sono stati rinvenuti e sequestrati un machete con lama di circa sessanta centimetri, una pistola scacciacani e due proiettili da guerra. Constatando pertanto la flagranza del reato di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, il giovane marocchino e la zia sono stati tratti in arresto e tradotti, il primo presso il carcere di Pisa e la seconda presso il carcere femminile di Genova-Pontedecimo.


Tags :