iPhone X: cinque motivi per non comprarlo

  • blog notizie - iPhone X: cinque motivi per non comprarlo

iPhone X fa parlare di sé per le sue caratteristiche (e per il prezzo!), ma ha anche deluso molti fan della Apple. Ecco 5 motivi per cui (forse!) non vale la pena comprare l’ultimo smartphone del momento.

 

Per l’azienda di Cupertino è lo smartphone più innovativo: col suo schermo OLED da 5,8”, il riconoscimento facciale e il chip A11 Bionic, super potente, iPhone X a una prima occhiata sembra perfetto (ma ha generato anche degli esilaranti meme). Eppure sin dal suo lancio ha lasciato delusi molti fan: scopriamo perché.

 

Il design “a orecchie” di iPhone X

Uno schermo ampio, multi touch OLED e senza cornice, “rovinato”, per molti, dal design: la tacca nera nella parte superiore che contiene i sensori 3D, la fotocamera e il microfono, dà ad iPhone X l’aspetto di un paio di orecchie. Ma non è solo questo: la tacca nera, infatti, toglierà spazio alle icone nella barra di stato. Un altro lato negativo? iPhone X non supporterà la modalità landscape dei modelli plus.

iPhone X

 

iPhone X e il doppio sblocco 

Avevamo visto il riconoscimento facciale per sbloccare gli smartphone anche in altri telefoni Android (ed è notizia recente che Facebook voglia introdurlo per proteggere i profili degli utenti).

Il Face ID di Apple però ha già fatto discutere perché sembra non funzionare alla perfezione, e anche perché sarà l’unico modo per poter sbloccare il proprio telefono.

Ma non è tutto: non basterà eseguire una scansione del volto per sbloccare il cellulare. Una volta fatta quella, infatti, bisognerà passare il dito sullo schermo: un doppio passaggio che rallenta il momento dello sblocco, che invece risultava immediato col precedente riconoscimento dell’impronta digitale.

 

Dov’è finito il Touch ID?

Fan e detrattori della Mela concordano: sarebbe stato meglio lasciare attivo il Touch ID. Sia per sbloccare più velocemente il telefono, sia, soprattutto, per utilizzare app progettate per funzionare con questo sistema di sicurezza, ritenuto già molto sicuro. Banche online e sistemi di pagamento funzionavano benissimo con il riconoscimento dell’impronta digitale: ora dovranno sviluppare altri sistemi per integrare il Face ID. Peccato.

La mancanza di un tasto “Home”

Il buon vecchio tasto “Home”, per tornare alla schermata principale, offre un’esperienza di utilizzo senza dubbio pratica. Uscire da un’app in un solo gesto ha i suoi vantaggi: ma con iPhone X il pratico pulsante non esiste più, e tutto si baserà sulle gesture da compiere sullo schermo. Non esattamente un’esperienza intuitiva, che molti hanno già criticato.

Il prezzo che ha scatenato polemiche

Non c’è da stupirsi: i prodotti Apple sono costosi, si sa. Con iPhone X, però, Cupertino ha superato di gran lunga la concorrenza: il modello base di iPhone X costa 1189€, ma scegliendo una capacità da 256 GB (l’alternativa è un po’ troppo inferiore, solo 64 GB) il prezzo sale a 1359€. Tra i motivi del prezzo alto, lo schermo OLED: a produrlo infatti è Samsung, il concorrente spietato di Apple, che non ha fatto sconti e che anzi pare guadagnerà più dalle vendite degli iPhone che da quelle dei propri cellulari. Un paradosso che fa discutere.

Il prezzo così alto varrà davvero la pena? La polemica è aperta.


Tags :