Bimbi dimenticati in auto: arriva un dispositivo che avvisa i genitori

  • blog notizie - Bimbi dimenticati in auto: arriva un dispositivo che avvisa i genitori dispositivo

Arriva un dispositivo salvavita. Quanti bimbi sono stati dimenticati in auto dai genitori assorbiti dalla frenesia della vita moderna, con conseguenze a volte tragiche. Un aiuto per evitare dimenticanze dalle conseguenze irreparabili arriva dalla tecnologia e porta la firma di una giovane azienda valtellinese.

Un dispositivo di sicurezza

La Noratech srl di Morbegno, infatti, in collaborazione con la Contrive srl e la Bgm Elettronica srl, ha realizzato “Kip” (acronimo di “keep infant protected”). Un dispositivo di sicurezza che permette di viaggiare in auto con bambini in tutta serenità.

L’invenzione del dispositivo è frutto del lavoro di tre società, ma soprattutto di un team di giovani: Cristian Cassina, web developer e co-founder di Noratech insieme a Luca Filippucci, It expert, Omar Pedrotti,web developer e Seo expert, Android che si è occupato dello sviluppo dell’applicazione Android che governa il dispositivo. Fabrizio Fiori, di soli 23 anni, esperto web developer, iOS. La progettazione del dispositivo elettronico, invece, è stata curata dalla Contrive dell’ingegner Giovanni Pedruzzi.

«Kip è un dispositivo elettronico collegato a una mobile app che gli permette di comunicare con uno smartphone – spiegano gli ideatori -. Kip è composto da un tappetino da collocare sotto il cuscino del seggiolino del bambino (o sotto il trasportino del cane) ed è collegato al dispositivo elettronico, da fissare al seggiolino, attraverso la parte in velcro.

Una volta scaricata l’app gratuita di Kip da Play Store e App Store, basta collegare il dispositivo all’applicazione e, in caso di necessità, sugli smartphone ad esso collegati arriveranno notifiche e sms, riportanti la posizione del Kip e, di conseguenza, quella del bambino, del cane e dell’auto. Il dispositivo si attiva e invia notifiche nel momento in cui il conducente si allontana dal mezzo, superando una distanza preimpostata, nel caso in cui venga ancora rilevato a bordo il peso del bambino».

E se si dimentica lo smartphone in auto…

«In questo caso Kip percepisce l’assenza di movimento tramite l’accelerometro, il peso su di esso e la vicinanza dello smartphone. Quindi, dopo un breve periodo, comincia ad allertare le altre persone indicate nella app, segnalando la posizione dell’auto grazie al gps. Kip è alla portata di tutti ed è disponibile in prevendita si www.keep-infant-protected.it».


Tags :