Catalogna, Puigdemont rimanda la decisione su elezioni anticipate

  • blog notizie - Catalogna, Puigdemont rimanda la decisione su elezioni anticipate Puigdemont

Il presidente della Generalitat, Carles Puidgemont sembrava prossimo all’annuncio di  nuove elezioni in Catalogna, per evitare così il commissariamento, che potrebbe scattare domani con il voto del Senato di Madrid, dell’autonomia catalana, ma prende tempo. Il rivio, secondo fonti della presidenza catalana, è dovuto al fatto che Madrid non avrebbe garantito di bloccare il commissariamento della Catalogna in caso di elezioni anticipate.

Disaccordo tra i membri del parlamento catalano

Intanto la Corte costituzionale spagnola ha respinto il ricorso presentato dal Governo catalano contro l’attivazione dell’articolo 155 della costituzione annunciata dal premier spagnolo Mariano Rajoy.

Puigdemont ha inviato una lettera di nove pagine a Madrid in cui avverte: “Il commissariamento è un attacco frontale alla Costituzione”. Non andrà personalmente in aula, ma il suo rappresentante Ferran Mascarell si recherà al Senato per difendere le posizioni della Generalitat.

L’esecutivo catalano si è riunito per diverse ore alla Generalitat per cercare di delineare un accordo sulla risposta al premier Mariano Rajoy. A Barcellona, intanto, hanno sfilato almeno 4 mila manifestanti, in maggioranza studenti, per protestare contro la decisione di Puigdemont di rinunciare all’indipendenza.

I Mossos d’Esquadra sono dispiegati attorno alla sede del PDeCAT nella via Provença a Barcellona, dove i ‘comitati a difesa del referendum’ hanno convocato le proteste. Decine di persone si sono radunate nella zona, accogliendo la richiesta dei leader indipendentisti di “non accettare nessuna rinuncia” nel processo indipendentista.

E intanto il presidente dell’associazione degli industriali spagnola riferisce che, secondo gli ultimi dati, sarebbero 1.500 le imprese che hanno trasferito la loro sede sociale dalla Catalogna ad altre regioni del Paese.


Tags :