Grande Fratello Vip, Raffaello Tonon sul padre: “Siamo una famiglia disgraziata per colpa sua”

Grande Fratello Vip, Raffaello Tonon sul padre: “Siamo una famiglia disgraziata per colpa sua” – Al Grande Fratello Vip è tempo di confidenze anche per i nuovi arrivati. Il 38enne Raffaello Tonon ha raccontato a Luca Onestini di non aver più alcun rapporto con suo padre. Per lui si tratta solo del marito di sua madre. Da tempo ormai ha imparato a contare solo su se stesso.

SFOGLIA LA GALLERY PER VEDERE LE FOTO

Raffaello Tonon sul padre: “Siamo una famiglia disgraziata per colpa sua”

“Con mio padre non ho nessun rapporto anche se vive ancora con mia madre. Ma io non parlo, non vedo e non sento. Noi non abbiamo nessuna forma di rapporto. In passato c’è stato ma per me è un capitolo della mia vita che è chiuso completamente. Per quanto mi riguarda lui è il marito di mia madre”.

Con queste parole Raffaello ha iniziato a raccontare della storia della sua famiglia a Luca Onestini. L’ex tronista, nel sentire quelle parole, ha chiesto a Raffaello come mai i rapporti siano diventati così difficili.

“Siamo stati una famiglia molto disgraziata con rapporti disgraziati partendo tutto da lui. […] Lui ha avuto una famiglia perché doveva avere una famiglia, doveva essere una caldaia a norma. Apparentemente. Poi la sostanza era diversa. Nel mio caso ho avuto la fortuna di avere una madre che ha saputo fare tutto. Se fossi rimasto solo con lui non lo so dove sarei finito. Una persona agghiacciante. Per lui non nutro alcun tipo di affetto, probabilmente nutro dei rancori perché lui si è posto sempre in una condizione che ha portato a scatenare del rancore, ma non certo affetto o delle mancanze anzi quando c’è stato ha fatto più danno che guadagno”.

Raffaello ha parlato dell’affetto e della grande stima che nutre nei confronti di sua madre.

“Io e mia madre invece abbiamo un rapporto che è completamente diverso. Non sono proprio paragonabili. Io mia madre la stimo come donna, poi come madre dovremmo aprire un capitolo a parte. Con buona fede ha fatto i suoi errori. Lei è stimabilissima come donna. Lei in fondo è stata una ragazza madre, non economicamente perché i quattrini lui li ha sempre messi. Però mi ha cresciuto da sola. Mi ha avuto a 33 anni. Io devo tanto a mia madre, devo a lei il mio amore per la cultura, però poi sai a un certo punto della vita ognuno fa le sue cose, ognuno prende la propria strada”.

Raffaello Tonon sul padre – La mia famiglia sono io

Raffaello ha capito ed ha imparato a fare a meno della sua famiglia.

“Io dico sempre che la mia famiglia è nelle mie scarpe. Sono io. Arrivi a un’età in cui anche se non hai una famiglia tua con quella di origine basta. Nel mio caso deve essere per forza così. Sono modi di vivere la vita diversi. Lei rimane mia madre, la stimo moltissimo ma è giusto che poi ognuno prenda la propria strada. Io sono una persona che ha dovuto prendere confidenza internamente con la sofferenza e la malinconia. Si arriva ad un punto in cui se anche avverti delle mancanze non stai bene ma vai avanti”.

 


Tags :