Giocattoli pericolosi per i bambini, maxi sequestro a Prato

  • blog notizie - Giocattoli pericolosi per i bambini, maxi sequestro a Prato

A Prato la guardia di finanza, nell’ambito del piano permanente anticontraffazione e sicurezza dei prodotti, ha attuato un dispositivo straordinario sul territorio, in particolare su obiettivi emersi dallo sviluppo dell’analisi info-investigativa messo a punto a seguito degli ultimi sequestri operati nell’ambito della vigilanza sul delicato settore.

E’ l’analisi continua del contesto di riferimento, unita alla sensibilità investigativa dei finanzieri verso la tutela del lecito mercato ma anche e soprattutto della incolumità dei nostri bimbi, che ha consentito, per le vie del centro storico di Prato di suffragare i sospetti emersi in sede di sviluppo informativo circa la reale bontà di una varietà di articoli per bambini (soprattutto peluche, giocattoli, bombole e giocattoli vari) commercializzati in un negozio al dettaglio del centro cittadino.

Nel punto vendita erano presenti numerosissimi articoli – più di 10.000 pezzi – assolutamente non conformi alla normativa sulla sicurezza dei prodotti, con etichettatura irregolare o addirittura assente.

La maggior parte di questi, moltissimi giocattoli era destinata ad una fascia protetta di bambini, fino ad arrivare alla quella dei 14 anni.

Giocattoli dannosi per la natura

Tutti assolutamente potenzialmente dannosi per la salute dei piccoli consumatori. I finanzieri del Comando Provinciale hanno, di conseguenza, sottoposto a sequestro a carico di un cittadino cinese i circa 10.000 pezzi rinvenuti all’interno dell’attività commerciale ubicata in Via del Serraglio, tutti privi delle indicazioni minime dell’importatore, del fabbricante, delle avvertenze o precauzioni d’impiego in lingua italiana della composizione delle fibre tessili.

Sono stati rinvenuti alcuni giocattoli, esposti sul bancone e pronti per la vendita, privi del marchio CE, con scritte e indicazioni solo in ideogrammi cinesi in totale violazione alla normativa che disciplina la sicurezza dei prodotti e dei giocattoli.

Alla titolare dell’attività sono state contestate diverse violazioni amministrative che saranno irrogate dalla Camera di Commercio di Prato, autorità competente per la specifica materia e tutti gli oggetti in vendita sono stati cautelati e sottoposti a sequestro.

I finanzieri continueranno, invece, lo sviluppo delle informazioni acquisite al fine di verificarne la provenienza. L’attività di vigilanza e controllo delle fiamme gialle è fondamentale per togliere dal mercato prodotti dannosi per la salute proprio in occasione delle prossime feste natalizie.

Genitori attratti dal basso prezzo possono comprare questi giochi, purtroppo venduti anche in negozi, senza sapere che possono essere pericolosi per i loro figli.

Il lavoro della Guardia di Finanza è anche quello di assicurare ai consumatori prodotti non dannosi e tutelare i commercianti onesti.


Tags :