Ristrutturare un appartamento: si parte dall’impianto di riscaldamento

  • blog notizie - Ristrutturare un appartamento: si parte dall’impianto di riscaldamento casa-da-ristrutturare

Casa da ristrutturare:  tutto quello che devi sapere per risparmiare durante e dopo la ristrutturazione. Ecco tutte le informazioni che ti servono davvero!

La regola importante per una ristrutturazione di un appartamento è partire con il piede giusto. Il primo passo è quello burocratico, perché è bene agire secondo le norme di legge, per evitare le sanzioni. Una volta in mano in documenti, si può avere il via libera per iniziare i lavori.

Casa da ristrutturare: da dove parto?

Quando si ha una casa da ristrutturare la prima cosa a cui si pensa, ovviamente, è a migliorare gli impianti, utilizzando le tecnologie più innovative, che permettano di ottimizzare le prestazioni e magari ridurre le spese di casa.
La prima mossa per la maggior parte delle persone è quella di cambiare l’impianto di riscaldamento e di climatizzazione. Questo perché è proprio questo impianto che incide sul 75% delle spese energetiche di casa e nei vecchi sistemi le spese sono davvero ingenti. Le statistiche parlano di 1 famiglia su 5 ogni anno che interviene su questo impianto. Un punto cruciale sono le spese di questo rinnovo, che tuttavia dipendono da diversi fattori.

A quanto ammonta il costo dell’impianto di riscaldamento?

Le tipologie sono diverse e quella migliore va selezionata in base al genere di interventi che si fanno in casa. In base alla tipologia il costo dell’impianto di riscaldamento è variabile. Se il rinnovo del pavimento è nella lista dei lavori da fare, in molti optano per un riscaldamento a pavimento che distribuendo il calore in modo uniforme permette di risparmiare il 20% sui consumi e di non avere ingombranti caloriferi per casa.
É ovvio che questo sistema ha un costo superiore rispetto ad altri, quasi il doppio. In altri casi il costo dell’impianto di riscaldamento è minore, ma avrà dei costi il combustibile che fornisce energia all’impianto (biomasse, elettricità, energia solare, GPL, metano, gasolio etc.). Tutto dipende dalle esigenze singole, dalle preferenze e dal tipo di abitazione, dalla grandezza, dall’isolamento presente, dalle fonti a disposizione. In base ad un’analisi dei diversi fattori un tecnico saprà definire quali sono i sistemi che si possono installare e quali invece vanno esclusi.
Per trovare un’azienda vicina a te, che si possa occupare della ristrutturazione dell’impianto di riscaldamento e per avere un’idea chiara e precisa del costo del lavoro, la cosa migliore è rivolgersi ad un portale online molto speciale: Habitissimo.it . Questo sito web permette di presentare le proprie esigenze in modo dettagliato, anche con foto se necessario, e di ricevere un riscontro da aziende di zona. Ognuna avanzerà una proposta e al cliente non resterà che scegliere quella che fa al caso suo. Finalmente è possibile rinnovare l’impianto di riscaldamento senza avere delle brutte sorprese alla fine.

Il preventivo per l’impianto di riscaldamento: com’è e come si richiede

Il costo dell’impianto di riscaldamento può variare in base ad una serie parametri e al tipo di sistema che si intende installare. Per questo motivo, per richiedere un preventivo bisogna avere in mano dei dati e/o capire la tipologia di riscaldamento desiderata. In questo modo i professionisti del settore potranno definire con più precisione il costo del sistema ed eventualmente dare consigli più accurati sullo stesso. Vanno comunicate dimensioni delle stanze e della casa, la posizione dell’appartamento, l’eventuale presenza di un impianto a gas o dell’aria condizionata.
Con queste informazioni un tecnico potrà fornire un preventivo dettagliato: definendo il costo della caldaia o del sistema scelto e dell’impianto. Saranno definiti in modo chiaro i costi dei materiali e del lavoro di manodopera per l’installazione. Quest’ultima è a tariffa oraria quindi si può conoscere solo al termine dei lavori, verrà comunque fornita un’idea approssimativa.


Tags :