Raduno bikers, muore sedicenne: fatale lo scontro tra tre moto

  • blog notizie - Raduno bikers, muore sedicenne: fatale lo scontro tra tre moto Raduno bikers, muore sedicenne

Raduno bikers, muore sedicenne. La vittima è Umberto Barbieri, di Sesto Fiorentino (Firenze),  il giovane ha perso la vita ieri pomeriggio in uno scontro che ha coinvolto tre moto durante un raduno non autorizzato di bikers, organizzato con passaparola sui social network, nella zona industriale di Montelupo Fiorentino (Firenze).

Altri due 17enni sono rimasti feriti: uno, in gravi condizioni, è ricoverato all’ospedale di Careggi a Firenze, mentre l’altro è stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Empoli. Al raduno si erano presentati circa duecento persone anche se sui social l’adesione era stata di oltre 400 like.

Raduno bikers, muore sedicenne: circostanze ancora da chiarire

Il raduno non autorizzato di appassionati motociclisti è stato organizzato tutto sui social ed è finito in tragedia. Tutte da chiarire le circostanze. Lo scontro, poco prima delle 15, in una zona industriale di Montelupo Fiorentino (Firenze), isolata dal paese e praticamente senza traffico nei giorni festivi. La polizia municipale dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa sta indagando per ricostruire quanto successo e nessuna pista viene esclusa. Secondo una prima ricostruzione il 16enne e uno dei due feriti stavano eseguendo dei ‘virtuosismì quando il primo avrebbe perso il controllo finendo contro l’altra moto.

Sul posto, dove anche in altre occasioni si sarebbero svolti simili raduni sarebbero state presenti oltre cento persone, arrivate lì proprio grazie al passaparola sui social network e tramite messaggistica web. La maggior parte di loro giovanissimi.

La polizia locale ascolterà i tutti i testimoni e nei prossimi giorni spera di ricostruire anche la dinamica. La salma di Umberto Barbieri, giovane studente di un liceo classico fiorentino, è stata trasferita all’istituto di medicina legale di Careggi a Firenze, a disposizione del magistrato di turno.

Il corpo del ragazzo è stato trasferito all’istituto di medicina legale di Careggi a Firenze, a disposizione del magistrato di turno. Sul posto è intervenuto anche l’elisoccorso Pegaso per trasferire a Firenze il ferito più grave, oltre a tre ambulanze inviate dalla centrale operativa del 118.

Per il piccolo paese nel fiorentino si tratta di una nuova tragedia dopo quanto successo lo scorso 14 ottobre quando una 17enne venne gravemente ferita alla testa al Parco dell’Ambrogiana. La ragazza è ormai fuori pericolo ma ancora non è stato trovato l’autore dell’aggressione e le indagini della polizia continuano.


Tags :