Vulcano Agung, spettacolari immagini dell’eruzione e nuvole di cenere

  • blog notizie - Vulcano Agung, spettacolari immagini dell’eruzione e nuvole di cenere Vulcano Agung

Vulcano Agung, pioggia di cenere e colonne altissime di fumo. Chiuso l’aeroporto sull’isola turistica indonesiana di Bali per il secondo giorno.

Il monte Agung ha lanciato nuvole di cenere a circa 900 metri sopra il cono, la lava fuoriesce dal cratere e il bagliore rosso-arancio è visibile da ogni parte dell’isola. Le esplosioni possono essere audite fino a circa 12 miglia di distanza.

Il Monte Agung, che sorge a poco più di 3000 metri sul livello del mare, aveva già destato grande allarme tra agosto a ottobre di quest’anno, costringendo all’evacuazione di 144.000 abitanti. La sua attività sembrava essersi placata alla fine di ottobre e l’allarme era stato abbassato, il che aveva convinto migliaia di persone a tornare.

Vulcano Agung: oltre centomila evacuati

La fitta coltre di fumo e cenere, seguite da esplosioni nella pancia del vulcano Agung hanno messo in fuga già 40 mila residenti nel nord-est dell’isola, che potrebbero diventare 100 mila se tutti seguiranno gli ordini delle autorità.

Disposta la chiusura dell’aeroporto internazionale di Bali. Nelle prime 24 ore sono stati cancellati 445 voli, per un totale di 59 mila turisti bloccati. Lo conferma il Darwin Volcanic Ash Advisory Center (Australia): “I corridoi aerei sono pieni di cenere vulcanica, è pericoloso per far decollare o atterrare gli aerei”, ha dichiarato Wisnu Darjono, AirNav Air Control Agency.

L’ultima devastante eruzione del vulcano avvenne nel 1963 e causò 1.600 morti.

L’attuale attività del Monte Agung è paragonabile a cosa è successo mezzo secolo fa, quando il vulcano aveva emesso abbastanza detriti – circa un miliardo di tonnellate – e raffreddato la temperatura globale fino a 0,3 gradi Celsius. Agung è temuto perché è un vulcano di tipo esplosivo, ricco di acqua e capace di provocare esplosioni significative che proiettano enormi quantità di detriti e cenere nell’atmosfera.

Il video del Time

 


Tags :