Chiude ristorante di Belen e Bastianich: al suo posto una pizzeria

  • blog notizie - Chiude ristorante di Belen e Bastianich: al suo posto una pizzeria Chiude ristorante di Belen e Bastianich

Chiude ristorante di Belen e Bastianich, il Ricci di Milano chiude i battenti dopo appena due anni dall’inaugurazione.

Chiude ristorante di Belen e Bastianich: era aperto dall’estate del 2015

Il locale inaugurato nel luglio del 2015, avrebbe chiuso le porte ai clienti, mettendo la parola fine all’esperienza gastronomica e imprenditoriale della showgirl argentina e dello chef newyorkese.

Chiude ristorante di Belen e Bastianich

Dopo due anni il Ricci cederà il posto a “Da Michele”, pizzeria napoletana storica nata nel lontano 1870 nel quartiere di Forcella.

IL declino del ristorante ha avuto inizio dopo un servizio di Report, programma di Rai 3, che durante la puntata “sotto le stelle” aveva fatto luce sulle dinamiche interne dell’attività.

Il locale, sito in via Pisani, è stato preso di mira dal servizio televisivo. Durante la puntata, il giornalista Bernardo Iovene, ha raccontato l’esperienza di un cuoco del ristorante che ha però preferito restare anonimo.

“Avevo un contratto regolare, mi è capitato di fare anche 16-17 ore al giorno. Però mi pagavano per otto ore” ha detto il cuoco amareggiato “In realtà, poi, ti rendi conto che hanno giocato con la tua vita. Non aprirò mai un ristorante, va bene, ma non importa. Quanti sogni ho bruciato ai miei figli, senza neanche che loro si siano avvicinati, solo perché io ho deciso di perseguire il mio” ha continuato il cuoco in lacrime. Assunzioni regolari ma orari massacranti e nessun rapporto umano. I due titolari del Ricci hanno negato quanto dichiarato dal cuoco intervistato dal giornalista Rai

Chi prenderà il posto del Ricci?

A occupare gli spazi del ristorante Ricci sarà la pizzeria “Da Michele”. L’inaugurazione è prevista per il venti dicembre. Un’attività che  vanta sedi a Londra, Fukuoka, Tokyo e Roma. I posti a sedere previsti sono 170. Il menù comprenderà 4 pizze, 4 antipasti e la pizza fritta.

Non resta che augurare buona fortuna a “Michele”, augurandoci stipendi equi e commisurati alle ore di lavoro per tutti i futuri dipendenti.


Tags :