Treno travolge anziani, lei raccoglieva il cappello di lui

  • blog notizie - Treno travolge anziani, lei raccoglieva il cappello di lui Treno travolge anziani

Treno travolge anziani. E’ accaduto ieri a Cesano Maderno, in Brianza, una copia di anziani coniugi di 75 e 78 anni, travolti dal regionale partito da Seveso e diretto a Milano Bovisa.

Dalle prime ricostruzioni sembra che la donna si sia fermata a raccogliere il cappello del marito caduto sui binari ed è inciampata, lui ha cercato di aiutarla a rialzarsi e in quel momento è sopraggiunto il treno.

Treno travolge anziani: attraversavano i binari con il passaggio a livello abbassato

Secondo i rilievi della Polfer, la coppia di anziani avrebbe attraversato i binari in corrispondenza della vecchia stazione di Cesano Maderno, nonostante il passaggio a livello fosse abbassato. La donna è stata letteralmente travolta dal convoglio in transito, mentre il marito è stato violentemente colpito alla testa. Per entrambi non c’è stato nulla da fare.

I due erano marito e moglie, pensionati di Cesano Maderno, sono morti all’istante. Stavano rientrando a casa insieme, Michele Lorusso e Maria Giuseppina Iacovazzo, 78 e 75 anni, ieri poco prima delle 10.

Treno travolge anziani: le polemiche sul passaggio a livello

Infiammano le polemiche tra gli abitanti della zona sul passaggio a livello teatro della sciagura,  da quando è stata realizzata la nuova stazione infatti, qualche centinaio di metri più avanti, resta a lungo abbassato e che per questo molti, troppi, oltrepassano ogni giorno più volte, per raggiungere supermercato, negozi e uffici. Per le auto ci sono due sottopassi a nord e a sud, ma per ciclisti e pedoni, non c’è un’alternativa.

E in via Liberà è un continuo ignorare i divieti. Probabilmente lo facevano spesso anche le due vittime di questa tragedia, che abitavano a poche centinaia di metri. Ieri mattina però qualcosa è andato storto, sono rimasti sul binario più tempo del previsto, forse per quel maledetto cappello, e il macchinista non ha potuto far niente per evitare l’impatto.


Tags :