Forte sisma in Indonesia, edifici crollati: si temono molte vittime

  • blog notizie - Forte sisma in Indonesia, edifici crollati: si temono molte vittime forte sisma in indonesia

Forte sisma in Indonesia. E’ successo questa notte poco prima della mezzanotte, un forte terremoto di magnitudo 6,5 ha scosso Giava, la più popolosa isola indonesiana di Giava. Sono crollati  parecchi edifici ed ospedali: ancora imprecisato il numero delle vittime.

Secondo l’US Geological Survey il terremoto è partito da una profondità di circa 90 km nell’entroterra, anche se le faglie si trovano generalmente al largo delle coste dove comincio’ lo tsunami che 13 anni fa quasi esatti provoco’ 280mila vittime in tutto il sud e sud est asiatico nel giorno di Santo Stefano.

Forte sisma in Indonesia: allarme tsunami

Le autorità hanno fatto scattare l’allarme tsunami lungo ampie parti della costa, fortunatamente rientrato due ore dopo.

La gente in preda al panico ha abbandonato le case e si è riversata per le strade in molte zone del Paese. La televisione ha mostrato scene di traffico intenso lungo le strade che portano lontano dalle zone marine.

Si temono numerose vittime: i centralini di soccorso hanno registrato segnalazioni di ulteriori morti e feriti nella stessa regione. Il portavoce della National Disaster Mitigation Agency, Sutopo Purwo Nugroho ha detto che numerosi edifici sono crollati o sono stati seriamente danneggiati in diverse città dell’intera grande isola con capitale Giakarta, dove le scosse sono durate oltre 20 secondi.

Una delle città più colpite sarebbe stata Tasikmalaya nella parte occidentale, mentre un ospedale a Banyumas è stato gravemente danneggiato e i pazienti evacuati. C’è soprattutto una città a 1 km a sud dell’epicentro dalla quale non si hanno notizie: si tratta di Cipatujah.

Il timore di uno tsunami haspinto gli abitanti della costa a riversarsi lungo le stradeverso l’interno con ogni mezzo. Oltre mille persone sono state evacuate dalla zona di Subakumi e vi hanno fatto ritorno alle prime ore di oggi, quando le autorità hanno escluso la possibilità di uno tsunami.


Tags :