Bus contro pedoni a Mosca, il mezzo esce fuori strada e fa 5 vittime

  • blog notizie - Bus contro pedoni a Mosca, il mezzo esce fuori strada e fa 5 vittime Bus contro pedoni a Mosca

Bus contro pedoni a Mosca. Un bus di linea è uscito fuori strada, inforcando la scalinata di accesso pedinale della fermata della metropolitana di Slavyansky Bulvar.

Il mezzo ha falciato le persone presenti in quel momento causando cinque vittime. Telecamere di sorveglianza sull’affollata strada hanno ripreso la scena dell’incidente che è avvenuto poco prima delle 13 di ieri in una strada molto trafficata nella capitale russa dove il 25 dicembre non è vacanza (il Natale ortodosso si celebra il 7 gennaio).

I video hanno ripreso il mezzo che devia dal suo percorso e si tuffa letteramente lungo i gradini, schiacciando sotto le sue ruote diversi passanti.

Bus contro pedoni a Mosca: si è temuto un attentato

In un primo momento si è temuto si trattasse di un attentato, ma si è appurato che l’autista del mezzo, russo e non ubriaco, abbia perso il controllo forse per un guasto del mezzo. L’uomo è stato arrestato. Oltre al bilancio dei morti, ci sono almeno 15 i feriti. Si tratta sia di passeggeri del mezzo che di pedoni.

 

Secondo le prime ricostruzioni forse un altro veicolo potrebbe aver colpito l’autobus o che i freni del mezzo potrebbero non aver funzionato, ma il guasto tecnico sarebbe la causa più probabile della tragedia, anche se il mezzo non avrebbe più di anno di vita.

Il conducente ha dichiarato che il mezzo ha iniziato a muoversi e che lui non è riuscito a controllarlo perche i freni non rispondevano. La strada era ghiacciata. Il sindaco di Mosca Sergei Sobyanin ha ordinato ispezioni su tutto il parco autobus della città.

Le strade della città, peraltro cosa normale a Mosca, sono coperte di neve e l’autista lavorava da 17 anni per la società dei traporti della capitale russa.

Le immagini trasmesse dalla televisione russa hanno mostrato l’autobus procedere sui gradini del sottopassaggio, schiacciando e falciando diverse persone.


Tags :