Google Arts and Culture: la nuova app che ti dice a che quadro somigli

  • blog notizie - Google Arts and Culture: la nuova app che ti dice a che quadro somigli Google Arts and Culture

Google Arts and Culture, la nuova applicazione di google permette all’utente di scoprire a quale soggetto di un dipinto somiglia. Il nuovo gioco di google è disponibile sia per Android che per iOs, attualmente non è ancora disponibile in Italia ma non tarderà ad arrivare, considerando la rapida ascesa nella classifica delle applicazioni più scaricate.

Il riconoscimento è possibile grazie alla tecnologia di riconoscimento facciale messa a disposizione da googe, l’applicazione effettua dunque una scansione della faccia dell’utente e la associa in automatico al dipinto più simile.

Se è vero che ognuno di noi ha sette sosia al mondo, con questa app qualcuno potrà trovare un sosia del passato o magari, perché no, un possibile antenato.

Google Arts and Culture: una delle app più scaricate

Il caricamento di selfie o foto classiche permetterà istantaneamente la ricerca, meglio se scegliete le foto più buffe dalla vostra photogallery, il risultato sarà esilarante.

Gli utenti americani sono stati ammaliati dalla nuova app che nel giro di poco ore è salita in cima alla classifica delle app più scaricate su Play Store di Android.

Un passaparola coinvolgente che ha portato i nuovi utenti a condividere i propri risultati su Twitter e instagram, invadendo le piattaforme e generando non poca ilarità.

Google Arts and Culture

Google Arts and Culture: Pablo Picasso, Vincent van Gogh o Frida Khalo?

Sapere se un qualche museo ospita il ritratto di un nostro sosia non è roba da poco, specie per i più curiosi. Se somigliate ad un’opera di Pablo Picasso, Vincent van Gogh o Frida Khalo, la nuova app non tarderà a farvelo sapere.

L’applicazione non nasce in virtù di questa funzione, era infatti già disponibile e metteva a disposizione tour virtuali all’interno dei musei per diffondere l’arte e la conoscenza storica. La nuova funzione ti chiederà “il tuo ritratto è in un museo?”, sarà lei a scoprirlo dopo qualche minuto.

Al di là del divertimento, che naturalmente si genera usando l’app, è un ottimo escamotage per una diffusione della cultura naturale e spontanea.

 


Tags :