Maltempo in Europa, venti fino a 200Km orari: nove vittime

  • blog notizie - Maltempo in Europa, venti fino a 200Km orari: nove vittime Maltempo in Europa

Maltempo in Europa. Disagi e vittime a causa dei venti che stanno spazzando l’Europa in questi giorni. La tempesta atlantica Friederike che ha investito con raffiche fino a 200km orari l’Europa centro-settentrionale ha provocato 9 vittime e mandato in tilt il traffico ferroviario e aereo in Germania, Belgio e Olanda. Bloccato l’aeroporto di Amsterdam-Schiphol. Le ferrovie olandesi, belghe e tedesche hanno bloccato tutti i treni.

Maltempo in Europa: il bilancio delle vittime

Il bilancio più grave è in Germania con 6 vittime: due pompieri impegnati nei soccorsi, due persone travolte da alberi caduti e due automobilisti che hanno perso il controllo del loro veicolo. Altre due persone sono morte in Olanda e una in Belgio, schiacciate da alberi caduti. La tempesta Friederike imperversa sul Mare del Nord Friederike si trova sul Mare del Nord e orchestra un’intensa perturbazione che scarica piogge diffuse ed abbondanti sul Regno Unito, Francia, Belgio, Olanda, Germania e Polonia.

In Italia Italia insistono ancora venti tesi di Maestrale con raffiche fino a 80km/h al Sud, ma la situazione è in miglioramento rispetto a ieri, quando il forte vento e il maltempo hanno fatto anche una vittima in Calabria. A Mesoraca in provincia di Crotone, un uomo che era salito sul tetto di un’abitazione per verificare i danni provocati dalle raffiche è morto per le gravi ferite riportate dopo essere precipitato al suolo, ma anche a Roccabernarda, Santa Severina, Belvedere Spinello, Cotronei, inprovincia di Crotone; Corigliano, Rossano e Rende nel cosentino; Bova, Benestare, Monasterace, Capo Spartivento e Scilla nel reggino e quasi tutto il catanzarese.

Collegamenti difficili con le piccole isole Nel Lazio, per il maltempo, difficoltà anche questa mattina per i collegamenti con le isole Pontine. Il forte vento di maestrale che da due giorni sta soffiando sulla Sardegna ha creato non pochi problemi ai collegamenti marittimi e disagi in diverse città. Rimangono ancora bloccati ormai da oltre due giorni i collegamenti tra Santa Teresa di Gallura e la Corsica.  In Sardegna sono stati oltre 170 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco a Nuoro e Cagliari per i danni causati dal vento.

I disagi nei trasporti

In Belgio chiuso l’aeroporto di Gand per i forti venti. A Bruxelles lo scalo di Zaventem ha invece continuato a operare. Stando al servizio meteorologico tedesco, la violenza delle raffiche di vento di Friederike in Germania (203 km/h) ha superato quella della devastante tempesta Kyrill, abbattutasi sul Nord Europa nel 2007, la cui raffica più violenta registrata era stata di 202 km/h.
Gravissimi i disagi anche per i collegamenti ferroviari olandesi, a causa degli alberi caduti sui binari che hanno interrotto molto linee. Quella tra Gouda e Alphen aan den Rijin è stata chiusa dopo che un treno ha urtato un trampolino elastico fatto volare dal vento.

In Germania fermi quasi tutti i treni a lunga percorrenza delle linee Thalys (la misura precauzionale potrebbe proseguire per tutto il giorno) e traffico ferroviario bloccato nella Bassa Sassonia e nel Nord Reno – Westfalia. Circolazione locale attiva invece nella zona di Berlino, in Baviera e a Nord.
Le cattive condizioni meteo hanno costretto le autorità romene a chiudere i porti sul Mar Nero. Stessa situazione per lo scalo belga di Gand affacciato sul Mare del Nord.

In Olanda agli automobilisti è stato raccomandato di limitare al minimo gli spostamenti, dopo il ribaltamento di 17 camion. Ad Almere, città di 200.000 abitanti a est di Amsterdam, è stato evacuato il centro e gli abitanti sono stati invitati a restare in casa.

Disagi nei collegamenti ferroviari e stradali a causa della caduta degli alberi anche nel Regno Unito. Le autorità hanno raccomandato la massima prudenza. Nel Berkshire un lupo è fuggito da un’area protetta dopo che il vento è abbattuto una recinzione a Beenham.

 


Tags :