Spiato chi visita i siti porno

  • blog notizie - Spiato chi visita i siti porno

Spiato chi visita i siti porno – Tutti coloro che nel 2015 hanno visitato i siti pornografici potrebbero essere stati spiati. Questo è l’allarme lanciato da Brett Thomas, un ingegnere informatico di San Francisco, che ha pubblicato un post sul canale di Vice specializzato in scienza e tecnologia.

Spiato chi visita i siti porno

Come potrete ben immaginare il post è stato come un fulmine a ciel sereno che ha scaturito parecchie discussioni e controversie. Secondo Thomas infatti, “se hai visitato siti porno nel 2015, anche nella modalità incognito, devi aspettarti che presto, a sorpresa, venga pubblicata tutta la tua cronologia, allegata al tuo nome”.

In sostanza sostiene che la lista dei siti hard che vengono navigati dagli utenti potrebbe essere pubblicata on line. Sì perché contrariamente a quanto si pensi, anche chi naviga ‘in incognito’, non è esente da rischi: ogni browser, quando si naviga in Internet, lascia un’impronta particolare, dato dal modello, dal luogo da cui ci si collega e da varie informazioni ricavabile dal nostro browser.

In pratica l’anonimato è prorpio un utopia in internet!

Thomas spiega che il un browser (Firefox, explorer, safari, etc.) memorizza la tua navigazione, che poi usa per identificarti mentre navighi nel web. In questo modo passa la stessa impronta ad un altro sito, che sia Facebook o il New York Times o Pornhub”. Ma più che dai siti porno gli utenti devono guardarsi dagli hacker: il vero rischio è che qualche malintenzionato possa dar vita a “un database in cui sarà possibile cercare chiunque via mail o Facebook e vedere la sua cronologia privata”.

Spiato chi visita i siti porno – Come limitare i danni?

Come abbiamo precedentemente scritto l’anonimato è una pura utopia. Però possiamo fare in modo, con qualche piccolo trucchetto, di correre meno rischi.

Potremmo, per esempio, utilizzare lo stesso browser per la navigazione di siti hot, in modo da non mostrare la nostra cronologia.

Oppure possiamo usare estensioni come Ghostery che blocca la maggior parte dei sistemi di tracciamento.


Tags :