Sedicenne trovato morto sui binari a Napoli: si indaga sulla dinamica

  • blog notizie - Sedicenne trovato morto sui binari a Napoli: si indaga sulla dinamica Sedicenne trovato morto sui binari

Sedicenne trovato morto sui binari. Martedì pomeriggio è stato ritrovato il cadavere di Ciro Ascione, sedicenne di Arzano (Napoli), a quattro giorni dalla scomparsa. Il corpo si trovava ai margini della linea ferroviaria Napoli-Roma, poco prima della stazione di Casoria (Napoli).

Sedicenne trovato morto sui binari, la presunta dinamica

Nel pomeriggio di sabato il sedicenne aveva incontrato in via Toledo, a Napoli, la fidanzata, l’aveva salutata alle 20.45 e si era fiondato in metro per raggiungere la stazione centrale, dove lo attendeva il padre. Il giovane, non essendo riuscito a salire in orario, per non perdere il treno, si è appoggiato sul predellino rimanendo aggrappato in maniera precaria all’esterno del convoglio. A confermare la tesi della Procura di Napoli sono le immagini delle telecamere presenti in stazione. Ciro è morto cadendo dal treno in corsa, poco prima di arrivare in stazione. Le riprese mostrano il ragazzo mentre correva sulla banchina per prendere il treno che avrebbe dovuto condurlo fino a Casoria.

Incidente a Napoli, le indagini

Per la Squadra Mobile di Napoli, prima di vedere le immagini, rimanevano in piedi ipotesi come quella della rapina e dell’aggressione. La Procura, invece, aveva subito escluso il suicidio. Il corpo è stato ritrovato ‘tracciando’ il cellulare del ragazzo, che ha accertato che Ciro era effettivamente sul treno. Nessuno, però, lo aveva visto salire sul vagone. Il telefonino aveva agganciato proprio le celle che seguono il percorso del convoglio. Il cadavere è stato ritrovato il 23 gennaio intorno alle 17.

Incidente a Napoli, i familiari

Disperazione ed incredulità. Questi i sentimenti dei familiari di Ciro dopo la scoperta del cadavere. Lo zio, Marco Capuano, fratello del madre, ieri aveva lanciato un appello ad eventuali testimoni: “Non credo che non vi fossero persone su quel vagone, nonostante l’orario. Qualcuno ha visto, ne sono convinto; chi sa qualcosa collabori con le autorità, anche in forma anonima, per aiutarci a comprendere il perché della morte così orribile di un ragazzo.

Un bravo ragazzo che non ha mai fatto del male a nessuno”. Ieri sera si è svolta un fiaccolata ad Arzano per ricordare il giovane. Hanno partecipato centinaia di persone. In piazza Cimmino sono stati sistemati palloncini bianchi e striscioni. Presente la madre e la sorella del sedicenne e anche il sindaco della cittadina, Fiorella Esposito. I cittadini hanno poi dedicato una preghiera davanti alla chiesa dedicata a San Pio.


Tags :