Valanga in Valtellina, sciatore travolto e tratto in salvo: è grave

  • blog notizie - Valanga in Valtellina, sciatore travolto e tratto in salvo: è grave Valanga in Valtellina

Valanga in Valtellina. L’incidente domenica quando una valanga ha travolto un uomo è, un 48enne della provincia di Sondrio che  stava effettuando un’escursione sci-alpinistica con un amico in val Caronella, sulle Alpi Orobie presso Teglio.

L’uomo, grazie all’intervento tempestivo del Soccorso Alpino di Valtellina e Valchiavenna è stato tratto in salvo, intervenuto anche il Soccorso Alpino della Finanza. Le sue condizioni, sono apparse da subito gravissime.

Valanga in Valtellina: altra valanga sabato in Val Tartano

La chiamata alla centrale operativa è arrivata intorno alle 13:30. I soccorritori di si sono precipitati sul posto con mezzi di superficie ed elicottero. L’uomo è stato stabilizzato e trasportato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Sul posto oltre al personale del 118 i Vigili del Fuoco, il Soccorso Alpino e i Carabinieri. Ancora da chiarire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Un’altra valanga si è verificata sabato sabato,  un altro gravissimo incidente sulle nevi avvenuto nel pomeriggio sabato in Val Tartano – Val Lunga, nella zona di Cima Cadelle. Anche qui, a circa 1900 metri di quota, si è staccata una slavina che ha travolto due sciatori. Fortunatamente i soccorsi provvidenziali dei compagni hanno consentito l’immediato salvataggio dei due uomini.

I compagni presenti, tutti dotati di dispositivo Artva, l’apparecchio di ricerca in valanga per la ricerca delle persone travolte in valanga. Si tratta sostanzialmente di una ricetrasmittente di segnale a corto raggio, che funziona sulla frequenza di 457 kHz. Viene indossata dall’utilizzatore in modalità di trasmissione. Quando sia necessario ricercare uno o più travolti da una valanga, i soccorritori commutano il proprio apparato in modalità ricezione per localizzare il trasmettitore dei travolti.

Sul posto è intervenuta anche anche una Unità cinofila da valanga del CNSAS, composta da cane e conduttore, che insieme con il tecnico ha bonificato l’area per escludere la presenza di altre persone coinvolte. Pronti a partire a supporto delle operazioni altri quattro tecnici della Stazione di Morbegno. La valanga aveva una lunghezza di circa 200 metri. I compagni sono scesi a valle da soli.


Tags :