Sanremo 2018: Il brano di Meta e Moro non è un inedito? Rischio squalifica

Sanremo 2018: Il brano di Meta e Moro non è un inedito? Rischio squalifica – Il brano presentato a Sanremo 2018 da Ermal Meta e da Fabrizio Moro rischierebbe la squalifica dal programma. Il ritornello del brano appare molto simile alla canzone “Silenzio” presentata da Ambra Calvani e Gabriele De Pascali a Sanremo Giovani. Già verificato non si tratterebbe di un plagio, ma c’è il dubbio che il brano non sia inedito.

SFOGLIA LA GALLERY PER VEDERE LE FOTO

Il brano di Meta e Moro non è un inedito? Rischio squalifica

La canzone presentata da Meta e Moro ha in comune con “Silenzio” la firma di Andrea Febo. Non si tratterebbe dunque di una riproduzione non autorizzata, ma nelle ultime ore è nata un’altra polemica. Pare che non si tratti di un inedito.

Fabrizio Moro, poco tempo fa, quando parlò del brano che avrebbe portato a Sanremo, parlò di un ritornello preesistente:

“C’era un brano in un cassetto, un brano su cui stavamo lavorando io e Andrea Febo, un cantautore e collaboratore con cui mi confronto da anni. Abbiamo salvato una parte di quel brano che parlava totalmente di un altro argomento, poi è arrivato Ermal e abbiamo continuato a lavorare insieme fino alla chiusura di Non mi avete fatto niente, ognuno ci ha messo una parte di se stesso, ognuno è stato decisivo, ci siamo divertiti e emozionati durante la stesura del brano. Grazie ad Andrea e a Ermal per questa opportunità che abbiamo creato insieme”.

Il regolamento di Sanremo dice che un brano, per concorrere, deve essere assolutamente inedito. Disponibile sul sito Rai il regolamento che così recita:

“Tutte le canzoni dovranno essere nuove. (…) È considerata nuova, ai sensi e per gli effetti del presente Regolamento, la canzone che, nell’insieme della sua composizione o nella sola parte musicale o nel solo testo letterario (fatte salve per quest’ultimo eventuali iniziative editoriali  debitamente autorizzate), non sia già stata pubblicata e/o fruita, anche se a scopo gratuito, da un pubblico presente o lontano, o eseguita o  interpretata  dal vivo alla presenza di pubblico presente o lontano”.

Saranno squalificati?


Tags :