Kate Upton contro Marciano Guess: “Mi ha palpata il seno”

Kate Upton contro Marciano Guess: “Mi ha palpata il seno” – Kate Upton, top model volto del noto marchio Guess dal 2010 al 2011, ha accusato Paul Marciano. L’imprenditore l’avrebbe molestata in due diverse occasioni, la prima quando aveva solo 18 anni. Il direttore del noto marchio di moda si è difeso dichiarando di non esser mai rimasto da solo con lei.

SFOGLIA LA GALLERY PER VEDERE LE FOTO

Kate Upton contro Marciano Guess: “Mi ha palpata il seno”

Kate Upton, modella che fu il volto del marchio Guess dal 2010 al 2011, ha accusato apertamente Paul Marciano di molestie. Il direttore creativo e co-fondatore del marchio avrebbe avuto diversi approcci “aggressivi” nei confronti della modella.

Marciano, non appena sentita la notizia, ha respinto le accuse, ma pare che ci fosse un testimone. Si tratta del fotografo Yu Tsai che, pare fosse presente, in una delle due occasioni citate dalla modella.

A far scoppiare lo scandalo è stato un post su Twitter. La modella, esprimendo tutto il suo sostegno al movimento MeToo, aveva scritto delle parole molto forti contro Marciano.

“È deludente che un brand come Guess, diventato icona di stile per le donne, si avvalga della collaborazione di Paul Marciano nel ruolo di direttore creativo”. A quel post di apparente denuncia seguì poi una didascalia più chiara: “Lui non dovrebbe sfruttare il suo potere nell’industria per aggredire sessualmente ed emotivamente le donne”.

Kate Upton contro Marciano Guess: I due episodi di molestie

La modella ha raccontato di aver subito due episodi di molestie. Il primo risalirebbe al 2010, l’anno nel quale vi fu il loro primo incontro sul set. “Dopo il primo giorno di set per la campagna Guess Lingerie, Paul Marciano ha voluto incontrarmi. Appena arrivata con il fotografo Yu Tsai, mi ha afferrato con forza entrambi i seni. Lo allontanai e disse: ‘Volevo accertarmi fossero vere’”.

In un’altra occasione invece, Marciano, avrebbe chiesto al fotografo di lasciarlo da solo con la modella. La Upton però avrebbe costretto Tsai a rimanere con lei. Il fatto che il fotografo fosse rimasto presente non avrebbe, secondo il racconto della Upton, scoraggiato il co-fondatore di Guess:

“Ha continuato a toccarmi in modo aggressivo, afferrando le mie cosce, le mie braccia, le spalle per tirarmi più vicino, il collo, il mio seno e mi annusava. Poi ha afferrato la mia testa da dietro, in modo che non potessi muovermi, cominciando a baciarmi”.

Pare che in seguito a quel rifiuto, Marciano, avrebbe definito la modella una donna disgustosa chiamandola “maiale grasso”. Sarebbe seguiti altri approcci ed inviti a cena ed in Hotel che la Upton conferma di aver respinto.

Nel 2011 Kate viene licenziata:

“Mi chiamarono da Guess e mi dissero che ero ingrassata e che quel giorno non servivo sul set”.

La modella ha aggiunto che Marciano avrebbe contribuito a diffondere la voce che non fosse una ragazza seria e che sul set si ubriacasse. Tutto al solo scopo di poterle fare terra bruciata in torno.

“Mi sono incolpata di tutto quando è successo, volevo smettere di fare la modella. Adesso sono stufa di tacere e nascondere le cose sotto il tappeto. Ha usato il suo potere per intimidirmi e farmi sentire insicura e impotente. Ma ora basta. Questi uomini pensano di essere intoccabili, ma le cose stanno cambiando”.

Kate Upton contro Marciano Guess – Lui nega ogni tipo di accusa

Nonostante il fotografo Yu Tsai abbia confermato i racconti della ragazza, Marciano sostiene che le parole della Upton sarebbero solo il frutto di vecchi dissidi. L’uomo ha dichiarato che tutto quello che la modella ha raccontato non è mai accaduto:

“Non sono mai stato solo con Kate Upton, mai toccata in modo inappropriato. Sostengo il movimento #MeToo, ma non permetterò che mi diffamino e appannino la mia reputazione”.

“Ad oggi nessuna accusa specifica è stata fatta da Upton” sostengono da Guess.


Tags :