Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese, poi uccide il cane

  • blog notizie - Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese, poi uccide il cane Aggredisce moglie e figlio

Aggredisce moglie e figlio, riducendoli in fin di vita. Il ragazzo ha 23 anni, mentre la donna 58. Li ha colpiti con una chiave inglese, poi si è barricato nel bagno di casa e ha ucciso il cane, Ugo, un piccolo meticcio, infine è andato in cucina e ha aperto il rubinetto del gas forse al fine di saturare la casa.

E’ successo a Castellarquato, in provincia di Piacenza. L’aggressore, Aldo Sila di 62 anni, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio. Sono stati portati in elisoccorso all’ospedale Maggiore di Parma e sono ricoverati nel reparto di Rianimazione, ma sono molto gravi.

Aggredisce moglie e figlio: era seguito da tempo dai servizi sociali

A scoprire l’accaduto sarebbe stato un parente che ha chiamato i soccorsi. Sul posto sono arrivati il 118, i vigili del fuoco e i carabinieri della compagnia di Fiorenzuola e del nucleo investigativo. L’uomo è da tempo seguito dai servizi sociali.

Secondo la prima ricostruzione l’uomo avrebbe colpito il figlio di 23 anni mentre questi dormiva per poi accanirsi anche sulla moglie di 58 anni, probabilmente svegliata dalle urla del giovane. La madre, forse intervenuta anche per cercare di proteggere il figlio, è stata ferita a sua volta con numerosi colpi.

 

Le amiche e le colleghe della donna erano preoccupate non vendendola arrivare al lavoro, alla Struttura Protetta ‘Vassalli-Remondini’ dei Pallastrelli (frazione del Borgo della Valdarda). La voce che la 57enne non si sarebbe presentata come ogni mattina sul posto di lavoro sarebbe arrivata anche al cognato dell’uomo che, di passaggio vicino all’abitazione, si è fermato per verificare se fosse accaduto qualcosa.

Una volta entrato dalla porta principale, chiusa ma non a chiave, ha trovato la casa invasa dal gas e il 62enne a terra nel bagno. Il ragazzo era invece in un lago di sangue sul suo letto mentre la donna a terra riversa sul pavimento. Il cognato dell’uomo ha lanciato l’allarme al 118. I vigili del fuoco, sul posto con due mezzi, hanno bonificato l’ambiente, ormai saturo di gas.


Tags :