Bologna: vestito da monaco, violenta una ragazza

  • blog notizie - Bologna: vestito da monaco, violenta una ragazza

Vestito da monaco medievale, con una tunica nera addosso, avrebbe fatto ubriacare una ragazza in discoteca a una festa di carnevale e poi l’avrebbe violenta in una camera d’albergo. E non sarebbe stata la prima volta. La ragazza si era risvegliata il mattino dopo in una camera d’albergo nuda e con lividi sul corpo, senza ricordi di quello che era accaduto.Il racconto alla famiglia e poi la corsa in questura per denunciare l’accaduto. Il fatto è accaduto in provincia di Bologna a metà febbraio.

Il racconto e l’arresto

La ragazza ha raccontato di essere stata avvicinata durante la serata da un giovane, il quale si era spacciato per un addetto alle pubbliche relazioni del locale, che le aveva offerto da bere. Poi il buio, nessun ricordo. La mattina successiva, la ragazza,  una 19enne,  si è risvegliata in una camera d’albergo con evidenti segni e lividi in varie parti del corpo. Dopo poco tempo l’arrivo di una cameriera che le aveva portato un vestito da Carnevale da monaco rinvenuto all’interno della camera d’albergo. Inoltre, dalla sua pochette erano spariti soldi, chiavi dell’auto e bancomat.

Dopo la denuncia in questura, sono poi partite le indagini che hanno portato all’arresto di un 23enne casertano, che continua a proclamarsi innocente e parla di un rapporto consenziente con la presunta vittima dello stupro. I carabinieri inoltre hanno scoperto che il giovane si sarebbe reso responsabile di altre due violenze sessuali (luglio 2017 e febbraio 2018) commesse con lo stesso modus operandi “…connotato da inquietanti tratti di serialità…” come scritto nell’ordinanza del Gip, nei confronti di due ragazze che non avevano inteso sporgere denuncia.

 

 

 


Tags :