Magnate tedesco disperso sul Cervino: fondi illimitati per le ricerche

  • blog notizie - Magnate tedesco disperso sul Cervino: fondi illimitati per le ricerche
    Magnate tedesco disperso sul Cervino

Magnate tedesco disperso sul Cervino. Si tratta di Karl-Erivan Haub, uomo di 58 anni, scialpinista esperto appartenente ad una delle famiglie più ricche del mondo. E’ disperso da sabato 7 aprile sul Cervino, tra l’Italia e la Svizzera. La famiglia mette a disposizione fondi illimitati per finanziare le ricerche.

Magnate tedesco disperso sul Cervino: chi è il disperso

Magnate tedesco disperso sul Cervino. Si tratta di Karl-Erivan Haub. Uomo di 58 anni, Haub è l’amministratore delegato del gruppo Tengelmann, uno dei più grandi distributori di generi alimentari e non della Germania. La società conta 80 mila dipendenti, con sedi sparse in tutta Europa, tra Germania, Russia, Polonia, Italia e Ungheria. Erede di una ricca famiglia di imprenditori, secondo Forbes, è il novantesimo uomo più ricco del mondo, il quarto limitatamente alla Germania. Oltre che grande imprenditore, Haub è anche uno sciaplinista esperto. Era arrivato a Zermatt, in Svizzera, venerdì pomeriggio, proprio in vista della Patrouille des glaciers, una gara sciistica che si svolge in Svizzera dal 17 al 21 aprile. Da sabato, di lui non si hanno più notizie.

Magnate disperso sul Cervino, le ultime tracce

Magnate disperso sul Cervino. Karl-Erivan Haub era partito sabato mattina da Zermatt, dove alloggiava, alla volta del Piccolo Cervino, dove si allenava in vista della gara. Intorno alle 8:30 era salito sulla funivia del Piccolo Cervino, da lì ha proseguito da solo. Alle 9:20 è stato visto per l’ultima volta nella vicina baita, accanto agli impianti di risalita. Da quel punto, sono moltissimi gli itinerari che si possono intraprendere, sia verso la Svizzera che verso l’Italia. Nelle ricerche sono stati coinvolti sia il soccorso alpino di Zermatt che il soccorso alpino valdostano e il soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia.

A lanciare l’allarme è stato l’hotel dove alloggiava. Haub doveva, infatti, tenere un incontro alle 16, a cui non si è presentato. L’ultimo segnale del suo cellulare risale alla sera di sabato. Anche l’Artva, il segnale radio che gli sci alpinisti devono portare con sé, non da nessun segnale. A causa del maltempo che imperversa quella zona, le ricerche sono state rallentate. Da domenica, infatti, nevica in quota ed è attivo l’allarme valanghe.

Le parole dei familiari: “fondi illimitati per le ricerche”

Magnate disperso sul Cervino. Nonostante non si abbiano notizie dell’uomo da venerdì, la famiglia Haub non perde la speranza e mette a disposizione fondi illimitati per finanziare le ricerche. “Mio fratello è un esperto sciatore e alpinista, per questo, nonostante il tempo trascorso, non rinunciamo alla speranza di poterlo trovare”. Queste le parole del fratello, Christian Haub. “Noi immaginiamo una lunga assenza di mio fratello. Naturalmente la nostra famiglia si è preparata a una situazione del genere e quindi l’attività del gruppo procedere in modo ordinato e tranquillo”. Ha aggiunto il fratello, rivolgendosi al gruppo Tengelmann, che gestisce insieme a Karl-Erivan.

Nonostante le condizioni meteo avverse, per quanto possibile, le ricerche sono andate avanti. Il direttore del soccorso alpino valdostano, parlando dei fondi messi a disposizione dalla famiglia, specifica: “con queste condizioni meteorologiche, servono a poco. Abbiamo cercato anche oggi, sia noi che gli svizzeri, ma date le condizioni non possiamo allontanarci troppo dai tracciati delle piste. E’ troppo rischioso.” Le condizioni meteorologiche dovrebbero migliorare venerdì, anche se potrebbe essere ormai troppo tardi.


Tags :