Donatore record di sangue in pensione: il suo sangue è un salva-vita

  • blog notizie - Donatore record di sangue in pensione: il suo sangue è un salva-vita donatore record

Donatore record di sangue in pensione: l’81enne australiano James Harrison che nella sua vita ha salvato oltre 2,4 milioni di bambini donando quasi settimanalmente per oltre sessant’anni conclude la sua “carriera”. Più di 1.100 donazioni.

Una storia dai toni fantastici che accende la speranza e la solidarietà, donare è sempre un bene e in alcuni casi qualcosa di più.

Donatore record: l’uomo dal braccio d’oro va in pensione

The man with the golden arm, l’uomo dal braccio d’oro, è il soprannome affibbiato a James che dopo un intervento al torace subito a 14 anni non ha mai smesso di donare. A rendere unica la sua storia è il fatto che dopo anni di donazioni i medici si sono resi conto che il suo sangue è speciale, è dotato infatti di anticorpi molto particolari che hanno contribuito a sviluppare l’iniezione Anti-D, soluzione salva-vita nei casi in cui una donna incinta con gruppo sanguigno Rh- porti in grembo un piccolo di gruppo Rh+.

L’iniezione Anti-D combatte la rhesus, una malattia per cui il sangue delle donne incinte attacca i feti ancora in grembo. L’attacco si sviluppa nell’ultimo mese di gravidanza durante il quale vi è un trasferimento di anticorpi, di norma utili al nascituro, dal sangue della madre a quello del piccolo.

In sostanza, se una donna Rh negativa porta in grembo un bambino Rh positivo, si può presentare la possibilità che i globuli rossi del piccolo con l’antigene Rh comincino a circolare nel sangue materno, il corpo della madre a questo punto reagisce contro l’antigene producendo anticorpi, estremamente dannosi per il feto.

Donatore record: insignito dell’Ordine dell’Australia

“Diventa piuttosto strano quando dicono, “oh hai fatto questo o l’hai fatto o sei un eroe”. È probabilmente il mio unico talento” ha detto Harrison, ormai oltre l’età massima per le donazioni di sangue.

L’uomo è stato insignito nel 1999 dell’Ordine dell’Australia, l’onorificenza più alta del paese.

La natura del sangue di James è tutt’ora un mistero, i medici pensano possa essere legata alle trasfusioni che l’uomo subì dopo l’operazione al torace, ciò che è certo è che solo una cinquantina di uomini in tutta l’Australia possiedono un sangue con simili proprietà.

«Ho salvato molte vite e ho salvato molti nuovi bambini nel mondo. Quindi questo mi fa sentire bene» ha detto l’uomo durante un’intervista con 9News.


Tags :