La festa della Repubblica tra buoni auspici, moniti e festeggiamenti

  • blog notizie - La festa della Repubblica tra buoni auspici, moniti e festeggiamenti

Il giorno dopo il giuramento e l’insediamento del nuovo governo gialloverde a guida Giuseppe Conte, le più alte cariche dello Stato si ritrovano a Roma per celebrare la Festa della Repubblica.  Accanto al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si sono infatti seduti i presidenti dei due rami del Parlamento, Maria Elisabetta Alberti Casellati del Senato e Roberto Fico della Camera e il neo premier Giuseppe Conte, tutti alla loro prima ‘sfilata’ istituzionale, assieme al presidente della Corte costituzionale Giorgio Lattanzi che completa le presenze delle alte cariche della Repubblica.

In prima fila nella tribuna d’onore, anche i due vicepremier Matteo Salvini ministro dell’Interno e Luigi Di Maio, ministro del Lavoro. Per il governo, anche i ministri della Difesa Elisabetta Trenta e della Giustizia Alfonso Bonafede, il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani, esponenti politici, vertici militari e delle forze dell’ordine, il governatore della regione Lazio Nicola Zingaretti e Virginia Raggi sindaco di Roma. ” È la festa di noi tutti, tanti auguri a tutti”, dice Giuseppe Conte rispondendo ai cronisti sulla porta di casa poco prima di partire con la scorta verso Piazza Venezia, a Roma.

Il messaggio di Mattarella

“Va arrestato con fermezza ogni rischio di regressione civile in questa nostra Italia e in questa nostra Europa affermando un costume di reciproco rispetto, mettendo a frutto le grandi risorse di generosità e dinamismo dei nostri concittadini. Con l’auspicio che il 2 giugno possa essere in ogni territorio l’occasione di una rinnovata condivisione dei principi e degli ideali repubblicani, rinnovo gli auguri di buon lavoro a voi prefetti e a quanti con voi celebrano la festa della Repubblica”, afferma Sergio Mattarella nel suo messaggio per il 2 Giugno.

“Tensioni e prove trovano nel quadro delle istituzioni repubblicane piena possibilità di espressione e composizione, in una nazione unita e solidale.L’impegno volto a garantire il buon andamento e l’imparzialità della pubblica amministrazione e a rafforzare la fiducia dei cittadini nell’operato delle istituzioni, è essenziale ed è condizione per favorire la più ampia partecipazione democratica alla vita del Paese, contro le tentazioni dell’indifferenza e del disimpegno. Il bene della coesione sociale, alla cui tutela si rivolge una parte importante della vostra attività si consolida con le scelte di corresponsabilità e di cittadinanza attiva che ciascuno è chiamato a operare nell’interesse generale”.

La manifestazione del M5S

Oggi è anche il giorno della manifestazione del M5s, in piazza Bocca della Verità a Roma. L’evento, in un primo momento, era stato pensato come protesta contro il presidente della Repubblica, per l’impasse che si era creata sul nome di Paolo Savona al dicastero dell’Economia. Ma, dopo il raggiungimento dell’accordo di governo e l’insediamento a palazzo Chigi, questa sarà l’occasione per celebrare una grande festa per il nuovo esecutivo. Beppe Grillo ha annunciato la sua presenza.

 

La risposta del mondo social

 


Tags :