Fiducia al nuovo governo, oggi si vota: ci sono i numeri

  • blog notizie - Fiducia al nuovo governo, oggi si vota: ci sono i numeri Fiducia al nuovo governo

Fiducia al nuovo governo. Oggi Conte alla prova del Parlamento la prima votazione al Senato dove si inizia a votare per la fiducia alla alle ore 19,30, domani alle 17,30 toccherà alla Camera.

I numeri ci dovrebbero essere: il nuovo governo può contare su 167 voti certi, 6 in più rispetto alla maggioranza assoluta. In Senato ci sono 58 senatori della Lega e 109 del Movimento 5 stelle.

Al Senato il gruppo di Fratelli d’Italia, che conta 18 senatori, si asterrà anche se in un primo momento era invece orientato verso il No alla fiducia.

Forza Italia voterà invece No: i voti contrari dovrebbero essere 61 da Forza Italia, 52 dal Pd, più alcuni componenti del gruppo Misto, come Emma Bonino.

Fiducia al nuovo governo: ampia maggioranza alla Camera

Alla Camera l’esecutivo giallo-verde ha una maggioranza ampia, con 346 voti a favore (222 deputati M5S e 124 leghisti). Sono 30, quindi, i voti di scarto rispetto alla maggioranza assoluta di 316.

Un incontro ieri mattina tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini,  un vertice in cui l’ex Cavaliere ha chiesto precise rassicurazioni su temi a lui “cari” quali Giustizia, aziende, telecomunicazioni.

Uno dei nodi centrali è quello delle telecomunicazioni, Luigi Di Maio vorrebbe tenere per sé la delega alle telecomunicazioni la Lega vuole quell’incarico per rassicurare l’alleato di sempre, cioè Berlusconi.

Oggi previsto discorso programmati del premier Conte

Oggi a Palazzo Madama il premier Giuseppe Conte terrà il suo discorso programmatico e chiederà al Senato la fiducia al governo gialloverde “del cambiamento”. Mercoledì sarà la volta della Camera. Matteo Salvini sarà invece impegnato a Lussemburgo con il Consiglio dei ministri degli Interni dell’Unione europea.

A Montecitorio, invece, dove il voto si terrà mercoledì alle 17:30, l’esecutivo gialloverde ha una maggioranza ben più ampia, con 346 voti a favore (222 deputati M5s e 124 leghisti). Sono 30, quindi, i voti di scarto rispetto alla maggioranza assoluta di 316.


Tags :