Ferrovie dello Stato, 52.000 posti di lavoro con Anas entro il 2026

  • blog notizie - Ferrovie dello Stato, 52.000 posti di lavoro con Anas entro il 2026 Ferrovie dello Stato

Ferrovie dello Stato ricerca personale. La società italiana operante nel campo dei trasporti ferroviari ha programmato l’apertura di circa 500 nuovi posti di lavoro, 31.000 nei prossimi 10 anni. Le figure ricercate dalle Ferrovie dello Stato sono diverse, e i soggetti candidabili sono sia laureati in settori specializzati che diplomati.

Figure richieste

Periodicamente vengono pubblicati nella bacheca web FS-Trenitalia annunci per la ricerca di figure professionali specifiche: per il mese di giugno sono prevalentemente richiesti ragionieri, con capacità di pianificazione ed organizzazione della contabilità, e geometri, che dovranno invece occuparsi dell’organizzazione dell’iter catastale, della contrattualistica immobiliare e quant’altro.

La società ricerca anche esperti in assistenza e consulenza fiscale, con mansioni fiscali in riferimento a tributi, e senior business compliance, vale a dire una figura che si occupi di delineare l’indirizzo aziendale interno e di analizzare l’aspetto normativo per business nei paesi esteri. Le figure verranno assunte con contratto a tempo indeterminato.

Piano Industriale Ferrovie dello Stato 2017-2026

Il nuovo Piano Industriale FS 2017-2026 avviato dalle Ferrovie dello Stato, organizzato su base decennale per contribuire alla ripresa economica italiana, prevede di aumentare il personale considerevolmente, passando dai 69.000 dipendenti attuali ai 100.000 entro il 2026: saranno quindi all’incirca 31.000 i nuovi posti disponibili.

Inoltre, ai posti offerti dal gruppo Ferrovie dello Stato si aggiungeranno anche ulteriori 21.000 posti di lavoro presso Anas e altre aziende appaltatrici, aumentando così il numero di futuri impieghi fino a 51.000 entro il 2026.

Come comunicato dal gruppo Ferrovie dello Stato, al di là delle nuove opportunità di impiego, ulteriori interventi previsti riguarderanno l’implemento di 500 nuovi treni, 50 dei quali diesel, ed il miglioramento dei trasporti ferroviari sia a media che a lunga percorrenza. Chiunque fosse interessato a candidarsi può farlo visitando la pagina Trenitalia “Lavora con noi” e registrare il proprio curriculum vitae nell’apposito spazio entro i termini di scadenza previsti dal bando.


Tags :