Guerrilla SPAM per Copula Mundi Festival a Firenze dal 7 al 17 giugno

  • blog notizie - Guerrilla SPAM per Copula Mundi Festival a Firenze dal 7 al 17 giugno Guerrilla SPAM per Copula Mundi Festival

Guerrilla SPAM per Copula Mundi Festival. Da Giovedì 7 Giugno fino a Domenica 17 Giugno il progetto di Guerrilla SPAM per Copula Mundi Festival a Firenze, con i loro “Tarocchi Politici” curato da Street Levels Gallery e Progeas Family

Copula Mundi è un festival culturale fiorentino gratuito, itinerante, contenitore di performance di arte, musica, teatro, danza, workshop e laboratori aperti a tutti. Nasce dalla convinzione che fosse necessario creare uno spazio di espressione per tutte quelle realtà giovanili emergenti attive sul territorio fiorentino e non, nel tentativo di proporre un modo alternativo di vedere la cultura e di vivere la città. Un immaginario nuovo, ricco di sperimentazione e contaminazioni, frutto di un più ampio progetto di partecipazione e condivisione collettiva delle esperienze e delle realtà cittadine.

Home

schermata-2018-06-14-alle-11-33-52

Guerrilla SPAM nasce come spontanea azione di attacchinaggio negli spazi urbani

Guerrilla SPAM nasce nel novembre 2010 a Firenze come spontanea azione non autorizzata di attacchinaggio negli spazi urbani, senza un nome e un intento definito.
Dal 2011 si susseguono numerosi lavori in strada in tutta Italia e all’estero, che mantengono un forte interesse per le tematiche sociali e per il rapporto tra individuo e spazio pubblico, prediligendo l’azione urbana illegale all’evento più ufficiale e autorizzato.

Dal 2013, per tre anni consecutivi, viene realizzata a Torino la “Shit Art Fair” un’esposizione non autorizzata che ha coinvolto più di quaranta artisti della scena italiana in un evento che ribadisce la sua estraneità verso le dinamiche tradizionali delle fiere d’arte. Evento, questo, che ha trovato il suo continuum naturale, nel 2016-2017, con il progetto “Assedio”, occupazione di uno spazio pubblicitario che per la durata di un anno esatto ha sovrapposto, settimanalmente, opere di artisti ai manifesti pubblicitari autorizzati.
Hanno parlato di Guerrilla SPAM giornali nazionali come “La Repubblica”, “La Stampa”, “Il Corriere della Sera” e internazionali come “The Economist”.
http://guerrillaspam.blogspot.com/

Guerrilla SPAM ha realizzato la scenografia per il Copula Mundi Festival a Firenze, dipingendo oltre 70m di tela sul tema ‘Le Minchiate’, note anche come Trionfi o Tarocchi Fiorentini.
La scenografia resterà installata e visibile gratuitamente nel parco di villa Favard in via di Rocca Tedalda a Firenze, fino a Domenica 17 Giugno.

schermata-2018-06-14-alle-11-35-12

70 metri di scenografia su tela

I 70 metri di scenografia su tela si dispiegano come un gigantesco ciclo di affreschi orizzontale all’interno del parco di Villa Favard con lo scopo di raccontare per immagini l’Italia dei nostri giorni.

Sono questi dei “tarocchi politici” perché sfruttano il simbolismo delle “Minchiate” (tarocchi fiorentini del 1400) per parlare però di altro, descrivendo la società italiana in tutte le sue decadenze, piccole ingiustizie e brutalità.

L’iconografia riprende i disegni del mazzo di tarocchi Rosenwald (unico mazzo di Minchiate fiorentine di fine 1400 pervenuto a noi) mescolandola con quella dei pittori fiamminghi, alcune citazioni a Beato Angelico, all’arte paleocristiana e dei popoli sub-sahariani, ma soprattutto alle satire di Otto Dix e George Grosz e al libro, di quest’ultimo, “Il volto della classe dirigente”.
Si trovano così, sparsi nel ciclo pittorico, personaggi grotteschi che inseguono “Il Carro” per guadagnarsi due fili di grano (metafora fiamminga del denaro), o altri che bruciano e segano a pezzi una bilancia della “Giustizia” gridando “PRIMA IO! PRIMA IO!”.

La “Casa del Diavolo” diventa l’allegoria di quell’Europa della chiusura che costruisce muri di filo spinato e si tappa le orecchie. Invece “L’Impiccato” è un giovane skater succube degli sponsor e delle marche consumistiche che lo rivestono da capo e piedi. In questo inferno dantesco l’unica figura positiva è quella del “Matto” che prosegue il suo cammino tra le incertezze di un percorso disseminato di spine, tra acqua e fuoco, deriso dalla società.

21

Questi tarocchi hanno dunque una base di “provenienza” fedele al tema, ma sono poi libere interpretazioni, sono allegorie dei tempi bui in cui viviamo. La critica comune che lega tutti i disegni non è diretta allo Stato, alle istituzioni o ai poteri forti, ma al cittadino comune, all’uomo medio che incarna tutta la decadenza della società nella sua più deludente banalità.

Parco di Villa Favard, Via Rocca Tedalda, 50136 Firenze. Ingresso gratuito
A cura di Progeas Family e Street Levels Gallery (Matteo Bidini e Gianluca Milli)
Photo credits: Enrico Tomassini.


Tags :