Bari, 104 arresti: clan inseriti nel tessuto economico della città

  • blog notizie - Bari, 104 arresti: clan inseriti nel tessuto economico della città Polizia Bari

Sono 104 gli arresti, a Bari e non solo, a seguito dell’operazione Pandora coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia: l’intervento delle Forze dell’Ordine ha di fatto ricostruito l’organizzazione criminale dei Mercante, dei Capriati e dei Diomede, famiglie a comando delle organizzazioni criminali presenti sul territorio. Il modus operandi del clan mafioso è stato studiato dalla  DDA di Bari, che ha avuto il merito di capire i metodi e le tecniche di infiltrazione dei clan nella struttura economica e sociale della città e della provincia.

Le scoperte della DDA di Bari

Quella che ha scoperto la Direzione Distrettuale Antimafia è una realtà cruda ma concreta: come riporta lagazzettadelmezzogiorno.it, dalle indagini sono emersi i riti di affiliazione al clan e il possesso di armi da guerra come AK-47 Kalashnikov, oltre che rapporti con esponenti di spicco della Sacra Corona Unita di Lecce e della società foggiana. Tra la centinaia di persone per cui è stata disposta un’ordinanza di custodia cautelare in carcere è presente anche un imprenditore nel settore della sicurezza privata, da anni membro del Consiglio Direttivo della FAI, la Fondazione antiracket ed antiusura attiva in Puglia.

La Procura di Bari senza sede

Incredibile ma vero, l’ottimo lavoro compiuto dalla Procura di Bari è stato svolto e finalizzato durante un periodo in cui la sede della Procura è inagibile per pericolo di crollo ed è attualmente in piena fase di sgombero. “Bari è una procura di punta – ha detto il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho – nel contrasto alle mafie. Lasciarla priva di una sede, senza gli elementi necessari per sviluppare il proprio lavoro, è gravissimo. Sono qui – ha continuato De Raho – per esprimere vicinanza al procuratore Giuseppe Volpe e a tutti i magistrati della Procura di Bari e per ribadire che è necessario al più presto dare una sede a questo ufficio per un contrasto efficace a criminalità particolarmente violente come quella foggiana”.


Tags :