Giappone, terremoto ad Osaka: si contano tre vittime e duecento feriti

  • blog notizie - Giappone, terremoto ad Osaka: si contano tre vittime e duecento feriti Giappone Terremoto
    OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Edifici pubblici evacuati, centinaia di feriti e tre morti: è successo stamattina in Giappone, dove un terremoto di magnitudo 6.1, con una profondità di circa 15 chilometri, ha scosso stamattina (ore 07:58 ora locale) la città di Osaka, la seconda più popolata del paese con circa 2 milioni e mezzo di abitanti. Tra le vittime, una bambina di nove anni che sarebbe stata schiacciata da un muro perimetrale in una piscina nella città di Takatsuki.

I disagi causati dal terremoto

L’intero interland della città si è bloccato: come riporta repubblica.it, circa 170.000 abitazioni sono rimaste senza elettricità per diverse ore, così come è stata sospesa la fornitura di gas a 108.000 abitazioni all’interno della prefettura di Osaka. L’intera area metropolitana e periferica ha subito un enorme stop anche, naturalmente, a livello industriale: bloccata la produzione per gli stabilimenti Daihatsu, Toyota e Panasonic presenti nella prefettura di Osaka; inoltre, la violenza del sisma ha interrotto i servizi dei treni ad alta velocità Shinkansen ed ha causato la cancellazione di sei voli aerei diretti a ed in partenza dall’aeroporto del Kansai.

Centrali nucleari salve

L’unica lieta notizia di oggi al riguardo è che fortunatamente nessuna delle centrali nucleari presenti nell’area interessata (cioè quelle di Takahama, Mihama e Oi) non hanno subito alcun tipo di complicazioni, stando a quanto reso noto dal gestore Kansai Electric. Le immagini raccolte ad Osaka stamattina raccontano l’impatto che ha avuto il terremoto sulla città: le persone all’interno degli edifici si sono precipitate per strada in preda al terrore e si sono create profonde voragini lungo alcune strade.

Obiettivo primario: prestare soccorso

Ad ora, la prerogativa è quella di prestare soccorso alle persone in difficoltà: queste sono le parole del premier nipponico Shinzo Abe, che ha sottolineato come sia dovere del paese aiutare il suo popolo in un momento di tale difficoltà. Il terremoto di stamane segue quello registrato nella giornata di ieri nella prefettura di Gunma, nella zona nord di Tokyo: sarebbe l’attività sismica più forte registrata dal 1923 ad oggi nella regione del Kansai.


Tags :