Roma, morta la ragazza investita dal pirata della strada

  • blog notizie - Roma, morta la ragazza investita dal pirata della strada Pirata della strada

E’ morta Martina Giannini, la vittima ventiseienne di un pirata della strada che l’ha investita sul Lungotevere dei Cenci per poi scappare senza prestarle soccorso. Il colpevole è stato trovato qualche ora dopo l’incidente: adesso il ragazzo ventinovenne, colpevole di lesioni gravi, fuga ed omissione di soccorso, verrà processato per direttissima.

La vicenda del pirata della strada

Sono le 04:30 di domenica quando la tragedia entra in scena. Secondo quanto riporta ilmessaggero.it, Martina Giannini stava attraversando quando il pirata della strada, a bordo di una Fiat Panda, la colpisce: la giovane ragazza sbatte la testa violentemente sul parabrezza, distruggendolo, e si accascia a terra in una pozza di sangue mentre il ragazzo alla guida dell’auto scappa via; a soccorrere la vittima interviene il 118, che la porta al San Camillo in condizioni gravissime.

Il colpevole

Immediatamente dopo il ricovero di Martina, scatta la caccia al pirata della strada: dopo qualche ora di ricerca, la Polizia viene contattata dai genitori di una ragazza che, alla guida di una Fiat Panda, sarebbe tornata a casa con il parabrezza frantumato e ricoperto di tracce ematiche. Stando alla versione della ragazza, il parabrezza sarebbe stato distrutto dall’impatto con un albero, ma la storia chiaramente non regge. Da lì a poco salta fuori la verità: le Forze dell’Ordine interrogano la ragazza, la madre insieme al compagno, ed un suo amico di ventinove anni. E’ proprio quest’ultimo il pirata della strada che ha lasciato Martina per terra dopo averla investita violentemente.

Positivo alla cocaina e senza patente

La ricostruzione finale spiega la vicenda chiaramente: il ragazzo ventinovenne era alla guida, la giovane ragazza al posto del passeggero. Ciò che è più grave riguarda il colpevole, i test tossicologici hanno infatti riscontrato che il ragazzo fosse sotto effetto di cocaina e che non avesse ancora nemmeno conseguito la patente di guida. Il magistrato ha dunque disposto l’arresto del fuggitivo per fuga, lesioni gravi ed omissione di soccorso.


Tags :