Salerno, suicidio in ospedale: giovane madre si getta dal balcone

  • blog notizie - Salerno, suicidio in ospedale: giovane madre si getta dal balcone Suicidio Antonietta Corinto

Un suicidio all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno: Antonietta Corinto, una neo mamma di ventisei anni, dopo aver allattato il figlio appena nato, in un momento di follia probabilmente dettata da depressione post partum, si è tolta la vita gettandosi dal balcone del sesto piano dell’ospedale. La vicenda ha lasciato attoniti i presenti, che non hanno potuto fare nulla per salvare la donna.

La dinamica del suicidio

Secondo quanto appreso da messaggero.it, il suicidio sarebbe avvenuto così: la giovane ragazza da poco diventata madre si sarebbe recata al sesto piano dell’ospedale San Giovanni di Dio per allattare il figlio. Dopo questo momento di intimità con il bambino, Antonietta avrebbe aperto la finestra sul ballatoio per poi lasciarsi cadere. Un gesto di follia causato dai problemi di depressione che la donna ha patito per diverso tempo, e probabilmente accentuati dal post-parto.

Sindrome depressiva

A quanto pare, Antonietta Corinto soffriva da diverso tempo di sindrome depressiva, un disturbo molto problematico e pericoloso che spesso porta chi ne soffre a gesti di tale gravità. Nel reparto Tin dove la madre avrebbe allattato suo figlio prima di buttarsi dal sesto piano erano presenti anche dei dipendenti dell’ospedale, ma naturalmente nessuno ha potuto prevedere questo gesto inconsueto ed inaspettato: le persone presenti hanno potuto solamente dare l’allarme nel vano tentativo di soccorrere Antonietta.

Il suo ultimo post su Facebook

“La vita a volte ti mette a dura prova ma io e te come facciamo da tanti anni insieme, tenendoci mano nella mano, affrontiamo tutto con coraggio e andiamo avanti…sfidando ogni ostacolo!”. Questo è l’ultimo post sul profilo Facebook di Antonietta Corinto, una ragazza fragile che ha dovuto affrontare diverse difficoltà nella vita, eventi che probabilmente l’avevano segnata nel profondo. La giovane ragazza si era sposata due anni fa ed era molto legata al marito, con cui progettavano una vita felice insieme.


Tags :