Omicidio a Pesaro, donna uccisa a coltellate: confessa l’omicida

  • blog notizie - Omicidio a Pesaro, donna uccisa a coltellate: confessa l’omicida Omicidio Sabrina Malipiero

E’ un ragazzo ultratrentenne il killer che ha commesso l’omicidio di Sabrina Malipiero, donna di cinquantadue anni che viveva a Pesaro in via Pantano, uccisa con una coltellata alla gola. L’omicida, dopo aver tentato di discolparsi per tutta la notte di fronte alle Forze dell’Ordine, ha vuotato il sacco stamattina: l’uomo era stato indicato come uno dei dieci sospettati, e durante gli interrogatori aveva negato ogni possibile collegamento con l’omicidio.

L’omicidio di Sabrina Malipiero

Stando a quanto appreso da ansa.it, l’autore dell’omicidio sarebbe stato rintracciato tramite il cellulare della vittima, selezionando i contatti più frequentemente utilizzati dalla vittima negli ultimi dieci giorni, esclusi parenti ed amici stretti. Il killer di origini marocchine era già noto alle Forze dell’Ordine, in particolare all’antidroga della Questura di Urbino, ma non ha attualmente condanne a suo carico. Stando a quanto si apprende dalle ricostruzioni della Polizia, l’uomo avrebbe frequentato più volte la casa di Sabrina Malipiero, che gli avrebbe aperto la porta di casa senza alcun problema. L’omicidio avrebbe preso luogo per futili motivi, ancora da chiarire: ciò che è sicuro è che la vittima avrebbe subito un pestaggio brutale, per poi ricevere due coltellate, una delle quali alla gola che sarebbe risultata letale.

La fine della vicenda

Dopo aver ucciso la vittima, il killer sarebbe fuggito dalla casa dove ha avuto luogo l’omicidio con la macchina della Malipiero, una Daewoo Matiz nera, che è stata successivamente ritrovata dall’altra parte della città. Adesso l’omicida, dopo aver confessato di aver ucciso la cinquantaduenne madre di due figli grandi, attenderà il giudizio di un giudice per capire quanti anni dovrà trascorrere in galera: difficile da capire quale possa essere la riduzione della pena data dalla confessione del killer, dato che l’omicidio è stato commesso per futili motivi secondo gli inquirenti. Al momento Pesaro si stringe attorno ai familiari della Malipiero, molto conosciuta nella zona per essere la storica commessa di uno dei bar più conosciuti della zona periferica della città marchigiana.


Tags :