Atene, incendio nelle periferie: migliaia in fuga dalle fiamme

  • blog notizie - Atene, incendio nelle periferie: migliaia in fuga dalle fiamme Incendio Atene

I cieli di Atene sono stati ricoperti da nubi di fumo mentre migliaia di persone sono state costrette a fuggire dalle fiamme. E’ questa la scena a cui si assiste da ormai ventiquattro ore tutt’attorno alla capitale della Grecia, dove un incendio sta mettendo in ginocchio la città: le fiamme ne lambiscono la periferia, ed i Vigili del Fuoco non riescono a domarle. Le autorità locali hanno già dichiarato lo stato di allerta e hanno chiesto l’aiuto dell’Unione Europea.

L’incendio nei pressi di Atene

Nei pressi di Penteli, a nord est di Atene, un vasto incendio sta avanzando verso la città di Rafina. Addirittura nella piccola cittadina di Mati la Guardia Costiera è dovuta intervenire per soccorrere delle persone che erano rimaste intrappolate in una spiaggia ormai quasi circondata dalle fiamme. Nel frattempo, un altro grosso incendio sta devastando le pinete a cinquanta chilometri ad ovest di Atene, e addirittura è stata necessaria la chiusura di una delle autostrade che collega la capitale al Peloponneso.

Sul campo sono stati dislocati centinaia di vigili del fuoco e decine di mezzi: sette aerei anti-incendio e quattro elicotteri cercano di circoscrivere i roghi dall’alto. Ma non basta, e Atene chiede aiuto a Bruxelles. Il governatore dell’Attica, che ha proclamato lo stato di emergenza nella zona est e ovest, sta mettendo a disposizione bus e cisterne di acqua per aiutare a domare le fiamme. Migliaia le persone fuggite, decine le auto distrutte e le case incendiate.

Il terrore della popolazione greca

“Il fuoco infuria senza sosta, facciamo appello ai residenti di dirigersi verso Corinto per proteggere se stessi e i propri figli”, sono queste le parole del sindaco di Megara, che sorge nei pressi di Kineta, una delle aree dove gli incendi si stanno propagando molto velocemente. Secondo quanto riporta rainews.it, la popolazione greca è in un momento di totale terrore. “La gente piange, urla al telefono, mentre bruciano le auto parcheggiate e le sirene risuonano ovunque. L’aria è torrida, le fiamme sono vicine”, questa la drammatica testimonianza di un cronista nei pressi di Rafina.


Tags :