Marco Bucci sul ponte Morandi: “Via alla demolizione dei monconi”

  • blog notizie - Marco Bucci sul ponte Morandi: “Via alla demolizione dei monconi” Marco Bucci sul ponte Morandi

Marco Bucci sul ponte Morandi: il sindaco di Genova ha rilasciato una dichiarazione durante un’intervista per Sky Tg24 riguardo alla demolizione dei monconi del Morandi. A quanto pare la demolizione inizierà il 15 dicembre “penso che prima di Natale cominceremo i lavori di demolizione dei “monconi” ha detto il sindaco.

“Entro fine novembre presenteremo il progetto e i lavori inizieranno dal lato ovest, quello di Cornigliano, quello sopra le attività industriali” Bucci ha continuato affermando che “abbiamo un progetto che prevede la partenza delle lettere d’invito, l’elaborazione dei dati e la scelta entro la fine di novembre. I lavori partiranno non appena il ponte sarà dissequestrato. Appena avremo scelto il progetto lo manderemo immediatamente al procuratore e al giudice per includere le loro osservazioni nel progetto e partire. Siamo d’accordo con il procuratore che lavoreremo in questo modo».

Marco Bucci sul ponte Morandi: demolizione e ricostruzione in 12-14 mesi

“Le aziende hanno già presentato i progetti, ma non abbiamo ancora scelto chi se ne occuperà. Lo faremo appena il decreto sarà convertito in legge” ha detto Bucci sui diversi progetti presentati e ancora “per decidere chi eseguirà i lavori la struttura commissariale seguirà la strada della “negoziazione diretta”, senza pubblicazione” ciò è reso possibile grazie ad una normativa dell’Unione Europea che consente di affidare un progetto senza l’istituzione di una gara.
Bucci prevede che demolizione e ricostruzione possano svolgersi in dodici mesi facendo riferimento ai progetti presi in analisi che prevedono 12-14 mesi.

“Le aziende hanno presentato i loro progetti, non abbiamo ancora scelto. Per quanto riguarda le metodologie di demolizione Bucci si è così espresso: “Bisognerà vedere quali soluzioni ci vengono proposte. Sul lato ovest preferiremmo di no” invece sul lato est “le pile sono più complesse e bisognerà vedere quali soluzioni vengono date”, ha detto il sindaco facendo ancora riferimento ai progetti presentati. L’inchiesta sul crollo intanto procede, anche Paolo Berti, il direttore delle Operazioni centrali di Autostrade per l’Italia ha deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere


Tags :