Spara e uccide ladro: gommista accusato di eccesso di legittima difesa

  • blog notizie - Spara e uccide ladro: gommista accusato di eccesso di legittima difesa spara e uccide ladro

Spara e uccide ladro. Un gommista di Arezzo ora è accusato di eccesso di legittima difesa. Fredy Pacini, 57 anni è titolare di una rivendita di gomme di Monte San Savino (Arezzo), stanotte intorno alle 4 ha sparato e ucciso uno dei ladri scoperti a rubare. L’uomo ormai da tempo dormiva all’interno della sua azienda dopo aver subito 38 furti in pochi mesi.

Spara e uccide ladro: la dinamica

L’uomo si sarebbe svegliato ne cuore della notte per i rumori dei vetri infranti con una mazza, sceso al piano di sotto ha sparato d’istinto due o tre colpi di pistola.

Uno dei ladri, un 29enne moldavo è rimasto colpito alle gambe e all’arteria femorale, morendo dissanguato in poco tempo: si è poi accasciato nel cortile dell’azienda. L’altro malvivente è riuscito a fuggire.

I carabinieri e le altre forze dell’ordine stanno cercando in tutto l’Aretino il complice del moldavo ucciso.

Si cerca anche l’auto con cui i due erano arrivati sul posto: per questo potrebbero tornare utili alcune telecamere della zona. Nell’azienda di Pacini i carabinieri hanno sequestrato il piccone usato per rompere un vetro dell’ingresso e la pistola con cui il commerciante ha sparato, un’arma regolarmente detenuta.

La solidarietà del ministro Matteo Salvini

Dai profili social Salvini ha espresso la sua solidarietà al proprietario dell’attività e annunciato il voto in Parlamento per la nuova legge sulla legittima difesa.

“Io sto con chi difende se stesso e la sua famiglia. Conti su di noi”, ha scritto Salvini su Twitter.

Il commerciante è stato accolto da applausi e grida a voce alta “bravo Fredy, bravo Fredy” da amici e conoscenti che erano davanti alla sua azienda, quando alle 12.30 è rientrato, accompagnato in auto, e ha ripreso la sua attività.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha poi telefonato al commerciante per rappresentargli “la vicinanza delle istituzioni”. Lo ha riferito l’avvocato Alessandra Cheli, uno dei legali che assiste il gommista.


Tags :