Blog di News Lifestyle Gossip TV e Spettacolo

Interrotte le ricerche per “Igor”, il killer serbo latitante

Igor Vaclavic, il killer, è introvabile. Ricercato da aprile per l’omicidio del barista di Budrio, non è ancora stato trovato. Aveva ucciso il proprietario di un bar dopo un tentativo di rapina fallito, da lì è scomparso. Il serbo è stato ricercato in tutta l’Emilia-Romagna. La caccia all’uomo è sospesa, il numero degli agenti speciali utilizzati per le ricerche è stato drasticamente ridotto.

Il fascicolo sul killer è passato ora ai reparti investigativi. Dal Viminale fanno sapere che “la caccia al latitante resta priorità del ministero”. Igor, quindi, non è più considerato un ricercato ma un latitante.

Il killer è stato ribattezzato “Igor il russo”, nonostante russo non sia. Non ha un passato da militare e non si chiama nemmeno Igor. Il suo vero nome, in realtà, è Norbert Feher ed è un trentaseienne di nazionalità serba, nato a Subotica. È giunto in Italia nel 2005 ed è stato espulso due volte, ma non ha mai lasciato lo Stivale.

L’uomo è stato più volte rintracciato, ma mai catturato. Una guardia volontaria lo aveva intercettato a un posto di blocco tra Marmorta e Molinella, a Bologna. È stata l’ultima occasione in cui è stato avvistato, poi sparito dai radar.

Per ricercarlo erano stati impiegati investigatori con anni d’esperienza nella ricerca di boss mafiosi, droni, cani molecolari e visori termici a infrarossi. Il pm di Bologna spiegava: “In questi anni passati tra i canali forse ha preparato decine di rifugi: al novanta per cento Igor è ancora qui. Igor era in vantaggio di due giorni. Ora gli siamo dietro di ventiquattro ore. Appena sbaglia lo prendiamo”. Il capitano dei Parà del Tuscania aggiunge: “Abbiamo le prove e le tracce della presenza del ricercato ancora in zona, tracce recenti. Se non lo prendono loro non lo prende più nessuno”.

Lascia un commento

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed