Blog di News Lifestyle Gossip TV e Spettacolo

Aereo libico dirottato a Malta: lieto fine, tutti liberi i 118 passeggeri

E’ finito nel migliore dei modi il dirottamento di un aereo di linea libico costretto ad atterrare Malta. Due persone hanno minacciato di far esplodere il velinolo e abordo dell’A320 dell’Afriqiyah Airlines c’erano 118 persone, 111 passeggeri: sette membri dell’equipaggio, 82 uomini, 28 donne e un bambino. Una volta atterrato l’aereo è stato circondato da militari e membri delle forze speciali maltesi, ma per fortuna dopo circa due ore di trattative, i dirottatori hanno deciso di liberare gli ostaggi e deporre le armi.

L’aereo proveniente da Sebha, nel sudovest della Libia era diretto a Tripoli si tratta di un volo interno che l’Afriqiyah Airways effettua ogni martedì e venerdì con partenza alle 10,10 e arrivo alle 11,20. L’aeroporto di Malta è stato immediatamente chiuso: gli attentatori dicevano di avere bombe a mano e una cintura esplosiva indosso. Il pilota dell’aereo, Ali Milad, ha dichiarato che i dirottatori volevano far atterrare l’aereo a Roma.

Sin da subito i dirottatori sono rimasti in contatto con le autorità libiche. L’ipotesi di una trattativa in corso con la Libia trova conferma anche nelle dichiarazioni del ministro dei trasporti libico che – riporta l’agenzia turca Anadolu – parlava di “negoziati in corso”.

Il sito Times Of Malta scrive che i dirottatori sono del gruppo libico pro-Gheddafi e che libereranno passeggeri ed equipaggio solo quando saranno soddisfatte le loro richieste. Un tweet dell’emittente libica al-Hadath afferma che i dirottatori chiedono la scarcerazione di Saif al-Islam Gheddafi, uno dei figli del defunto colonnello libico. Ma non ci sono conferme.

Lo spazio aereo sopra Malta è subito chiuso e i voli dirottati. Il primo a scendere è stato un gruppo i 25 persone, sono donne e bambini, a seguire tutti i 111 passeggeri dell’aereo libico vengono rilasciati. Sul velivolo restano l’equipaggio con i due dirottatori. Nove aerei diretti a La Valletta sono stati indirizzati a Catania nelle fasi di chiusura dell’aeroporto per motivi di sicurezza, poi riaperto.

 

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed