Blog di News Lifestyle Gossip TV e Spettacolo

Bimba si ammala di tetano, non era vaccinata: genitori indagati

Bimba si ammala di tetano

Bimba si ammala di tetano. Un bambina di 7 anni è stata ricoverata all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino per aver contratto il tetano. Nata nel 2010, non era stata vaccinata come stabilito dal ministero della Salute: un ‘ciclo di base di 3 dosi nel primo anno di vita e un richiamo all’età di 6’. Ora i genitori sono indagati con l’accusa di ‘lesioni personali colpose’.

Il fatto risale allo scorso ottobre, prima nel reparto di Terapia intensiva, poi in quello di Rianimazione, ma poi è stata dimessa il 7 novembre. Il procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo, che ha deciso di iscrivere i genitori della bambina nel registro degli indagati. È stato inoltre scoperto che anche il fratello minore non è stato vaccinato. I genitori si sono difesi, affermando di essere persone ‘ragionevolì e di avere sempre avuto a cuore la salute dei figli.

Bimba si ammala di tetano: in Italia 50-70 casi all’anno

L’Asl Città di Torino, ottemperando al decreto, il 25 ottobre aveva convocato entrambi i minori per mettersi in regola e ottenere la copertura vaccinale. Nei prossimi giorni la Procura incaricherà un medico legale di chiarire alcuni punti su una vicenda evidentemente delicata. In particolare, si mira a stabilire se la diagnosi dei medici era esatta, il che pare fuori discussione, e se la bambina avrebbe potuto contrarre il tetano anche se fosse stata vaccinata.

Il tetano, sovente sottovalutato, è una malattia provocata dalla tossina prodotta da un batterio: il Clostridium tetani. Negli ultimi anni in Italia sono stati notificati 50-70 casi l’anno, il 40-50 per cento di tutti quelli segnalati a livello europeo.

L’unico modo in cui si può essere protetti è grazie alla vaccinazione, che non ha efficacia perpetua. Per questo è indispensabile sottoporsi ai richiami nei tempi prescritti. Il ministro Lorenzin ha spesso sottolineato: «Il tetano si evita con un semplice vaccino». Un vaccino obbligatorio dalla fine degli Anni’60.

Lascia un commento

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed