Blog di News Lifestyle Gossip TV e Spettacolo

Decreto Usa anti-immigrati, bocciato il ricorso

Il dipartimento di giustizia degli Stati Uniti prova a frenare il “Muslim ban”. Il decreto anti-immigrazione di Donald Trump, che rifiuta l’ingresso in America di cittadini provenienti da sette paesi a maggioranza musulmana, continua a far discutere. Al momento, la corte d’appello di Washington ha respinto il ricorso. C’è tempo fino alle 15 di oggi per giustificare ulteriormente il ricorso e sperare in un esito differente. Il decreto è entrato in vigore il 27 gennaio.

Il “Muslim ban” vieta l’ingresso negli Usa ai rifugiati e ai cittadini provenienti da: Iran, Siria, Iraq, Somalia, Sudan, Yemen e Libia. Trump crede che sia un provvedimento necessario e si oppone ai ricorsi. Il neo-presidente scrive su Twitter: “Ho detto agli agenti della sicurezza di controllare bene chi arriva negli Usa. I tribunali mi stanno rendendo il lavoro difficile. Non ci credo che un giudice possa mettere il paese in un pericolo simile, se qualcosa succede incolpate lui e il sistema giudiziario”.

Passo indietro dell’Iran, che dopo aver vietato l’ingresso nella nazione alla squadra americana di wrestling, per la partecipazione alla “Freestyle world cup”, ha revocato la decisione. La competizione è in programma per il 16 e 17 febbraio a Kermanshah. Il portavoce del ministro degli esteri di Teheran, Bahram Ghasemi, ha annunciato che i permessi verranno rilassciati.

Continuano proteste, manifestazioni flash mob contro Trump. In Florida, tremila dimostranti hanno manifestato nella ‘Marcia per l’umanità’. I dimostranti hanno paragonato il magnate americano al presidente russo Vladimir Putin: “Gli Stati Uniti non sono un Paese fascista”, lo slogan più diffuso sugli striscioni. Al corteo non è stato permesso arrivare davanti alla residenza Trump.

Lingua predefinita del sito

Lascia un commento

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed