Chi è Jeff Goldblum

  • blog notizie - Jeff Goldblum

Biografia

Jeffrey Lynn Goldblum nasce il 22 ottobre 1952 a Pittsburgh, in Pennsylvania, da una famiglia ebraica. Appassionatosi alla recitazione fin dalle scuole superiori, una volta diplomatosi si trasferisce a New York per fare l’attore. Lavora in diverse produzioni teatrali, tra cui la shakespeariana “I due gentiluomini di Verona” a Broadway, per poi esordire al cinema nel 1974 con “Il giustiziere della notte”, di Michael Winner. Nello stesso anno, viene diretto in “California Poker” da Robert Altman, che ritrova l’anno successivo in “Nashville”.

Nella seconda metà degli anni Settanta Jeff Goldblum incrementa le sue apparizioni sul grande schermo, spesso con registi di primo piano: nel 1976 fa parte del cast di “Stop a Greenwich Village”, di Paul Mazursky, mentre l’anno seguente trova dietro la macchina da presa Woody Allen, in “Io e Annie”. Dopo avere preso parte a “Grazie a Dio è venerdì”, di Robert Klane, e a “Terrore dallo spazio profondo”, di Philip Kaufman, nel 1980 Jeff sposa l’attrice Patricia Gau (i due divorzieranno sei anni più tardi). In seguito, recita ne “Il grande freddo”, di Lawrence Kasdan, e ancora per Philip Kaufman in “Uomini veri”, oltre che nel film tv “Tre atti per un omicidio”.

Nel 1984 è presente in “Buckaroo Banzai”, di W.D. Richert, mentre all’anno seguente risalgono “Tutto in una notte”, di John Landis, e “Silverado”, di Lawrence Kasdan. Dopo essere stato tra i protagonisti di “La mosca”, di David Cronenberg, e di “Terapia di gruppo”, di Altman, nel 1987 Jeff Goldblum si sposa nuovamente, anche questa volta con un’attrice: Geena Davis (anche in questo caso, il matrimonio durerà poco, e la coppia si separerà quattro anni più tardi).

All’inizio degli anni Novanta, è diretto ancora una volta da Altman in “I protagonisti”, ma soprattutto recita nel kolossal di Steven Spielberg “Jurassic Park”: è il 1993. Due anni più tardi, l’interprete di Pittsburgh fa parte del cast del commovente e profondo “Powder – Un incontro straordinario con un altro essere”, del controverso regista Victor Salva, e di “Nine months – Imprevisti d’amore”, di Chris Columbus. Seguono film campioni di incasso come “Independence Day”, di Roland Emmerich, e “Il mondo perduto – Jurassic Park”, ancora di Spielberg.

Dopo essere stato uno dei doppiatori del cartone animato “Il principe d’Egitto”, all’inizio degli anni Duemila Jeff recita in “Come cani e gatti”, di Lawrence Guterman, e “Igby goes down”, di Burr Steers. Nel 2003 appare in un episodio della nona stagione della sit-com “Friends”, mentre l’anno successivo è tra gli attori di “Le avventure acquatiche di Steve Zissou”. Dopo avere fatto ridere i telespettatori di “Will & Grace” in tre episodi della settima stagione del telefilm, nel 2006 l’attore americano recita in “L’uomo dell’anno”, di Barry Levinson, e in “La prima volta di Niky”, di Nick Guthe.

Nel 2010, mentre partecipa a oltre venti episodi del telefilm “Law & Order: Criminal Intent”, Jeff Goldblum è tra i protagonisti di “Il buongiorno del mattino”, di Roger Michell; due anni più tardi presta la propria voce al cartone animato di Wayne Thornley “Zambezia”. Nello stesso periodo, è guest star della serie tv “Glee” vestendo i panni di Hiram Berry, padre omosessuale della protagonista Rachel. Nel 2014 torna al cinema nel film di Wes Anderson “The Grand Budapest Hotel”.