Blog di News Lifestyle Gossip TV e Spettacolo

Torna sulla terra dopo 288 giorni in orbita: Peggy Whitson da record

Peggy Whitson è tornata sulla Terra. Poco dopo le tre del mattino è atterrata in Kazakistan a bordo della Soyuz Ms-04. Con lei erano presenti il collega della Nasa, Jack Fischer, ed il comandante russo Fyodor Yurchikhin. Peggy è l’astronauta dei record. Ieri ha concluso la sua terza missione con 288 giorni in orbita, il periodo più a lungo sostenuto nello spazio da una donna astronauta.

Sommando le due precedenti missioni, ha raggiunto i 665 giorni, ponendosi al top di tutti gli astronauti americani. Inoltre, ha compiuto otto passeggiate intorno alla casa cosmica e per due volte ha comandato la stazione. Whitson è stata selezionata come astronauta della Nasa nel 1996 e nel 2002 ha raggiunto per la prima volta la Stazione Spaziale Internazionale per una missione di 184 giorni. Nel 2008, è tornata sulla Stazione Spaziale come comandante, e ha trascorso altri 192 giorni nello spazio, durante i quali ha fatto le sue prime cinque passeggiate spaziali. Oggi, a 57 anni, è la più anziana tra le donne astronauta della storia.

Il racconto dei mesi sulla Stazione Spaziale

Quando le hanno chiesto che cosa le mancasse di più, ha confessato: “Una pizza, ci penso da un paio di mesi, e mio marito”. Aggiungendo che non vedeva poi l’ora di usare una toilette con l’acqua che scorreva abbondante.

Nei collegamenti dallo spazio, Peggy si è sempre mostrata sorridente, spiegando amabilmente gli esperimenti in cui era impegnata agli studenti collegati con la stazione Iss: “Il tempo qui scorre veloce, senza accorgersene. Non pensavo al ritorno. Solo la settimana scorsa mi sono resa conto che sarei presto rientrata. Credo che potrei rimanere anche più a lungo. Questa missione è come una di quelle cavalcate che vorresti non finissero mai”.

Prima di abbandonare la stazione, Peggy Whitson ha passato le consegne di comandante a Randy Bresnik, abbracciandolo assieme a Paolo Nespoli (che ieri le ha dedicato un tweet dallo spazio) e Sergey Ryazansky, che continuano la spedizione. “Ora continuerò a lavorare per far crescere le attività nello spazio”, ha precisato la Whitson.

Lascia un commento

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed